Resta in contatto

Day

Day 81, La Roma ci prova per Petrachi e Conte. Intercettazioni audio contro lo Stadio della Roma

Tutte le news della giornata

PRIMA SQUADRA – Tegola Florenzi, si va verso un lungo stop: sembra essere questa la situazione del terzino giallorosso, infortunatosi ieri durante gli allenamenti con la nazionale italiana. Il giocatore non sarà valutato prima della giornata di domani, ma sin da ora sembra assai probabile un suo recupero in vista del Napoli. Secondo i medici, essendo un problema muscolare, è impossibile sbilanciarsi senza prima aver ricontrollato la gravità dell’infortunio. La Roma di Claudio Ranieri è scesa in campo a Trigoria per preparare la gara contro il Napoli del 31 marzo prossimo. La squadra, dopo aver effettuato il riscaldamento, si è dedicata a una parte atletica e a delle esercitazioni tecniche. ManolasPellegriniDe RossiUnder e Pastore si sono divisi tra terapie e un lavoro individuale in campo. Kolarov, rientrato nella capitale nel pomeriggio di ieri, si è sottoposto solamente a terapie.

Con un annuncio sul proprio profilo Twitter, la Roma informa i propri tifosi che anche nell’estate 2019, i giallorossi parteciperanno alla prestigiosa ICC, preparandosi al 2019/2020 giocando amichevoli estive contro squadre di primo livello. Ancora una volta, quindi, i giallorossi voleranno negli Stati Uniti per la consueta tournée. Gli avversari della Roma e il relativo calendario saranno annunciati il 27 marzo alle ore 16:00 italiane.

STADIO DELLA ROMA – Camillo Mezzacapo, l’avvocato arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo per corruzione insieme all’ex presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito, è stato intercettato a parlare dello Stadio della Roma lo scorso 4 febbraio. Queste le parole, riferite da Il Tempo, pronunciate insieme a Gianluca Bardelli, finito ai domiciliari: Pallotta se ne deve andare, lui deve capire che qua lo stadio non lo fa… via. Io sono contro lo stadio da sempre (…) loro credo che politicamente vogliono arrivare a fare sto stadio per non dire che hanno detto no a tutto. Se no, le Olimpiadi no, lo stadio no. Ma non lo devi fare là”.

La richiesta di archiviazione, da parte della procura, per l’assessore capitolino allo sport Daniele Frongia potrebbe arrivare già oggi o al massimo lunedì. E quanto si apprende da fonti vicine all’assessore. Frongia, indagato per corruzione nell’ambito di un filone di inchiesta sullo stadio della Roma, ieri sera si è auto sospeso dal M5S e ha rimesso le deleghe alla sindaca.

CALCIOMERCATO – Il presidente del Torino Urbano Cairo, intervistato dall’emittente radiofonica Tele Radio Stereo, ha rilasciato alcune dichiarazione in merito ad un possibile trasferimento del ds granata Gianluca Petrachi alla Roma: “Ha un contratto con noi fino al giugno 2020. Mi stupiscono queste voci su di lui”.

Tra i nomi candidati a ricoprire il ruolo di ds della Roma per la prossima stagione, dopo la separazione con Monchi e l’interregno di Massara, c’è quello dell’attuale direttore sportivo del Torino, Gianluca Petrachi. Come riporta toro.it, i giallorossi non avrebbero ancora presentato offerte ufficiali a Petrachi, ma il suo nome piace particolarmente al presidente Pallotta. Inoltre, nei piani della dirigenza romanista, Petrachi potrebbe rappresentare l’anello di congiunzione tra la Roma e Antonio Conte e convincerlo ad accettare il progetto dei giallorossi.

La difesa è sicuramente il reparto che Massara, o chi sarà il prossimo ds della Roma, dovrà necessariamente puntellare. Il nome nuovo per il reparto arretrato è quello del difensore centrale del Lille, Gabriel dos Santon Magalhaes, classe 1997. Per portare nella capitale il brasiliano, su cui è forte anche l’interesse della Juventus, servono almeno 15 milioni di euro.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Day