Resta in contatto

News

Social Network, 10 numeri su Sampdoria-Roma (VIDEO)

Le statistiche offerte dal sito ufficiale del club giallorosso

Tramite un post sul proprio profilo Twitter, la Roma ha offerto 10 numeri su Sampdoria-Roma, prossima gara dei giallorossi.

Il bilancio generale dice Roma
Quella di Marassi sarà la sfida numero 122 in Massima Divisione. Finora lo score dice 48 successi per la Roma, 39 per la Sampdoria e 34 pareggi. 161 le reti giallorosse, 129 quelle blucerchiate.

A Marassi tradizione ostile
Nei 60 precedenti di campionato contro la Samp a Genova le vittorie della Roma sono solo 9, a fronte dei 29 successi liguri. Completano il quadro 22 pareggi.

Totti re dei marcatori
Il primo posto dei marcatori romanisti nella sfida è saldamente nelle mani di Francesco Totti, che ha messo a segno ben 15 reti alla Samp, una delle sue vittime preferite. Il podio di questa classifica è poi completato da Manfredini (8 reti) e Balbo e Da Costa, che si sono fermati a 7 marcature nelle sfide contro i blucerchiati.

L’ultimo successo a Marassi
Considerando le sfide con Genoa e Sampdoria, la Roma non vince a Marassi dall’8 gennaio 2017, Genoa-Roma 0-1 decisa da un’autorete di Izzo. Da allora, nell’impianto del quartiere Marassi, in altri tre tentativi con le formazioni genovesi (due volte con la Samp e una col Genoa), i giallorossi sono usciti con due pareggi e una sconfitta. L’ultima apparizione risale al 24 gennaio 2018 quando un gol di Dzeko allo scadere pareggiò la rete doriana di Quagliarella.

Ranieri vs Sampdoria
22 i precedenti tra il tecnico giallorosso e la squadra blucerchiata. È il segno X a prevalere nelle sfide passate, con 15 pareggi raccolti. Nel resto delle partite, 2 successi conquistati dall’allenatore e 5 sconfitte. Ranieri, che non ha mai allenato la Sampdoria in carriera, affronta la formazione genovese per la prima volta da tecnico il 2 dicembre 1990, sulla panchina del Cagliari e pareggia 0-0. I due successi li raccoglie in annate diverse. Il primo è datato 3 novembre 1991, Napoli-Sampdoria 2-1 (reti decisive di Zola e Careca). Il secondo risale al 12 ottobre 1994, in Coppa Italia: Fiorentina-Sampdoria 2-1 grazie a Robbiati e Batistuta. L’incrocio più vicino risale al 9 gennaio 2011, proprio sulla panchina giallorossa: Sampdoria-Roma 2-1. Ranieri, dunque, non batte la Sampdoria da 25 anni.

Ranieri vs Giampaolo
Sono 5 i precedenti tra l’allenatore giallorosso e quello blucerchiato. Il bilancio è completamente favorevole al manager romano con 5 successi ottenuti in altrettante gare disputate. Percorso netto. Tra questi incroci, spicca pure Siena-Roma 1-2 del 13 settembre 2009. Si tratta del primo successo sulla panchina romanista del tecnico di Testaccio. Mentre la sfida più vicina in ordine di tempo risale al 6 gennaio 2011, Roma-Catania 4-2.

Giampaolo vs AS Roma
13 confronti tra il tecnico blucerchiato e la squadra giallorossa. 4 successi per il tecnico, 1 pareggio e 8 sconfitte incassate è il bilancio rimediato. L’ultima vittoria di Giampaolo risale a Roma-Sampdoria 0-1 del campionato 2017-2018. Mentre l’ultima sconfitta è Roma-Sampdoria 4-1 della Serie A 2018-2019. L’unico pareggio risale al campionato 2017-2018, Sampdoria-Roma 1-1.

Doppio successo sulla Samp
Battere la Sampdoria tra andata e ritorno non succede alla Roma dal campionato 2013-2014. I giallorossi di Garcia si imposero 2-0 all’andata (Benatia, Gervinho), 3-0 al ritorno (doppietta di Destro e Pjanic). Dal 1927, nella storia del club giallorosso, la doppietta contro la formazione doriana è riuscita in 6 occasioni. La prima nella Serie A 1963-1964.

Dolce ricordo per Pellegrini
Genova, lo stadio Luigi Ferraris e la Sampdoria hanno un sapore particolare per Lorenzo Pellegrini. E’ proprio in casa dei blucerchiati che l’attuale centrocampista giallorosso segna infatti il primo gol in Serie A, con la maglia del Sassuolo. È il 6 dicembre 2015, Pellegrini contribuisce al 3-1 finale dei neroverdi allenati da Di Francesco. Sull’altra panchina, invece, siede Vincenzo Montella, che aveva allenato Lorenzo anni prima nei Giovanissimi della Roma. A fine partita, Montella dice all’ex allievo: “Ma proprio tu dovevi farmi gol?“.

I classe 1983 DDR e Quagliarella
Daniele De Rossi e Fabio Quagliarella, oltre che ad essere i capitani di Roma e Sampdoria, sono i due calciatori di movimento del 1983 della Serie A 2018-2019 ad aver totalizzato almeno 15 presenze in campionato. Complessivamente, sono 10 i nati nell’83 che fanno parte delle squadre di questo massimo torneo. Oltre ai due leader già citati, tra i giocatori di movimento, ci sono Cyril Thereau del Cagliari, Christian Molinaro e Paolo Sammarco del Frosinone. Tuttavia, nessuno di questi tre arriva a 15 partite disputate. Chiudono la rosa degli ’83, i portieri Angelo Da Costa (Bologna), Federico Marchetti (Genoa), Tommaso Berni (Inter), Silvio Proto (Lazio), Antonio Rosati (Torino). Tutti estremi difensori di riserva nelle rispettive società.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News