Resta in contatto

Rassegna Stampa

CorSport, “Alderweireld, via all’assalto. C’è già il sì del difensore”

Dopo la segnalazione di Baldini la Roma si fionda su Alderweireld e sull’operazione sono stati allertati Vigorelli e un avvocato inglese

Ci sono i margini per chiudere e già da domani sono attese novità.

Il giocatore ha fatto sapere di essere pronto a dire sì al trasferimento e l’affare può andare in porto anche senza lo scambio con Zaniolo e 23 milioni per i giallorossi.

L’accelerata è stata determinata dalle difficoltà trovare per chiudere l’operazione ManciniPetrachi ha offerto 21 milioni più bonus, partendo da un prestito biennale, Percassi accetta il pagamento dilazionato a patto che si arrivi a 25 milioni di euro sempre bonus esclusiAlderweireld ha una clausola da 30 milioni valida fino al 25 luglio con un solo anno di contratto davanti e se uno come El Shaarawy va in Cina per 16 milioni, il belga può arrivare per 10.

Per quanto riguarda l’ingaggio la Roma potrebbe offrire 2,5 milioni di euro fino al 2023. Il suo arrivo, inoltre, non precluderebbe l’acquisto di un altro centrale e qui resta in corsa anche Mancini. Ci sono piste torinesi che portano a Nkoulou e Izzo, ma il presidente Cairo ha chiesto Riccardiche a Trigoria considerano un patrimonio molto prezioso.

Per Veretout siamo alle battute finali per quanto riguarda il trasferimento. Il giocatore ha incontrato a pranzo Fonseca a fine giugno e sta riflettendo sulla grande offerta di Petrachi. La Fiorentinanon vuole contropartite, ma i soli 25 milioni di euro che chiede. La Roma, da parte sua, è convinta che i Viola accetteranno l’inserimento di Defrel nella trattativa. Lo scrive il Corriere dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa