Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Rugani-Roma, ci siamo quasi: nello scambio Riccardi, Celar e Gozzi

Ai dettagli l’operazione che porterà in giallorosso Daniele Rugani

Teorema dell’imprevedibilità del calcio, esempio numero 1: Daniele Rugani. La Juve ha portato in città Maurizio Sarri, per distacco l’allenatore che più lo ha apprezzato. Tempo quaranta giorni e Rugani, invece di diventare titolare, è pronto per salutare. Juventus e Roma stanno definendo una trattativa avviata da tempo, ben indirizzata da giorni. Rugani dovrebbe andare alla Roma in prestito con obbligo di riscatto per una cifra non lontana dai 25 milioni. Assieme a lui, alla Roma può andare Paolo Gozzi, centrale del 2001 visto in A in Spal-Juve, che piace ai giallorossi e ha un’offerta anche dall’estero.

La Roma pagherà una somma e aggiungerà alcuni giovani, probabilmente due. Il più sicuro di diventare bianconero è Alessio Riccardi, centrocampista creativo (e offensivo) del 2001, l’altro nome è Zan Celar, attaccante sloveno del 1999, mentre la Roma non vuole cedere Devid Eugene Bouah, terzino del 2001 più che gradito alla Juventus.

L’operazione è complessa, quindi ha richiesto (e richiede) un certo tempo. Previsione: tutto potrebbe risolversi in 48-72 ore. La Juventus da Rugani avrà una preziosa plusvalenza: perde un giocatore a cui teneva, a cui ha rinnovato da poco il contratto, ma sacrificabile in un reparto – i centrali – diventato molto ricco con l’esplosione di Demiral. La Roma invece ottiene un titolare e fa plusvalenza sui ragazzi: Riccardi dovrebbe essere valutato 8-10 milioni, Celar poco meno.

I tifosi intanto protestano per Riccardi – è già un piccolo simbolo e ha un contratto “vero”, che parte da 250mila euro per arrivare a 500mila – e lui ricambia con un uso dei social… molto giallorosso: un post dedicato alla Roma con la scritta «amore infinito» e i «mi piace» ai commenti di chi gli chiedeva di non andare alla Juve. Se affare sarà, un curioso inizio di avventura bianconera. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

22 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa