Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Under 21, Italia-Moldavia 4-0: a segno tutti calciatori cresciuti nel settore giovanile della Roma

Scamacca, Frattesi e Tumminello regalano la vittoria all’esordio a Nicolato

L’Italia Under 21 ha battutto con un netto 4-0 i pari età della Moldavia nell’amichevole giocata a Catania. A regalare la vittoria a Paolo Nicolato, all’esordio sulla panchina degli azzurrini, sono stati tre calciatori cresciuti nel settore giovanile della Roma. A decidere il match, infatti, sono state le reti di Scamacca, Frattesi (doppietta) e Tumminello.

Gianluca Scamacca è sicuramente il ragazzo con più esperienza dei tre: classe ’99, è rimasto nel settore giovanile della Roma fino al gennaio del 2015, quando, a 14 anni, ha deciso di accettare la lusinghiera offerta degli olandesi del Psv, debuttando con la squadra riserve. Il 31 gennaio 2017 è tornato in Italia, al Sassuolo, dove ha inizialmente giocato con la Primavera, debuttando anche in Serie A. Scamacca è stato poi ceduto in prestito alla Cremonese, al Pec Zwolle (in Olanda) e, per la stagione 2019-2020, all’Ascoli, in Serie B.

Davide Frattesi, anche lui nato nel 1999, ha militato nel settore giovanile giallorosso dal 2014 al 2017, anno nel quale è stato ceduto a titolo definitivo, con diritto di “recompra”, al Sassuolo. In neroverde ha esordito in Coppa Italia, per poi venire ceduto in prestito all’Ascoli. Attualmente è all’Empoli, in Serie B, sempre a titolo temporaneo dagli emiliani.

Marco Tumminello, classe 1998, ha trascorso 5 anni nelle giovanili giallorosse, esordendo anche in Serie A con la maglia dei capitolini (l’unico dei tre). La Roma lo ha ceduto in prestito al Crotone nel 2017 poi, l’anno successivo, lo ha venduto all’Atalanta mantenendo un diritto di “recompra”. Con i bergamaschi ha esordito in Europa League, poi è stato prestato prima al Lecce e successivamente, per la stagione in corso, al Pescara, in Serie B.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News