Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

E Totti esalta Fonseca: «Vedo bel gioco». Pruzzo e Giannini: «C’è più maturità»

La nuova Roma, difesa da registrare a parte, piace pure ai grandi ex

Tra le voci degli ex spicca ovviamente Francesco Totti che, a margine di un evento legato al Paddle, ha promosso la squadra di Fonseca: «Mi sono divertito soprattutto nel primo tempo. E’ normale che se giocasse sempre così sarebbe tutto più facile, ma il campionato è ancora lungo. Veretout e Mkhitaryan? Sono due giocatori di gran livello. Vedo la Roma tra le prime quattro, anche perché questi 2-3 acquisti possono dare un forte contributo a una squadra che lo era già. Serviva soltanto qualche ritocco».

La benedizione per Mkhtitaryan arriva pure da Pruzzo. «L’armeno ha fatto vedere tanta qualità e sarà utile alla causa anche se lo vorrei vedere di più al centro del gioco. Ieri ha toccato pochi palloni, ma sono stati tutti decisivi. Si vede che ora il reparto ha più personalità con lui e Dzeko. Veretout? Per me non è un regista, ma sa correre e contrastare. Diciamo che è anche se è un po’ arruffone e risulta prezioso», ha detto il Bomber.

Soddisfatto anche Giannini: «Ottimo impatto dei nuovi, con loro la squadra è sembrata più matura. Chi mi è piaciuto di più è stato Lorenzo Pellegrini». Lo scrive Leggo.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa