Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Focus

L’Avversario, il Bologna di Sinisa Mihajlovic che lotta per il suo allenatore (VIDEO)

I rossoblu stanno vivendo un momento difficilissimo a causa della leucemia del tecnico serbo. I suoi ragazzi però lottano per lui, in campo e fuori

Domenica pomeriggio la Roma affronterà la prima vera trasferta di questa prima parte di stagione (4 partite consecutive all’Olimpico, visto anche il derby giocato). Alle 15:00 gli uomini di Fonseca scenderanno in campo allo stadio Dall’Ara per affrontare il Bologna di Sinisa Mihajlovic. Nonostante i gravissimi problemi di salute del tecnico serbo, da mesi ormai in lotta per sconfiggere la leucemia che l’ha colpito, ha trasmesso ai suoi ragazzi una grinta e una determinazione fuori dal comune, che stanno facendo del Bologna una delle squadre più ostiche di questo campionato.

Il Bologna fin qui

Sono passate solo 3 giornate dall’inizio del campionato, è vero. Ma se vale il detto “chi ben comincia è a metà dell’opera” il Bologna può sperare caldamente di mettere le mani sul primo obiettivo stagionale, la salvezza. I rossoblu hanno infatti inanellato una serie di risultati positivi, pareggiando la prima gara in casa dell’Hellas Verona e vincendo le successive due partite, contro Spal e Brescia, ottenendo la miglior partenza in Serie A dalla stagione 2002/03. Nonostante l’assenza del tecnico sul terreno di gioco, salvo la sua presenza a Verona, in un momento unico della storia del calcio recente, i dettami di gioco inculcati da Mihajlovic sembrano ormai essere diventati una costante. Certo c’è ancora molto da lavorare, ma la squadra sta rispondendo bene, forte anche dell’empatia generata in un momento così delicato. Ecco perché domenica scorsa, nonostante lo svantaggio di tre reti, il Bologna non solo è riuscito a riequilibrare il risultato ritornando in parità, ma addirittura è riuscita a ribaltare il risultato vincendo la partita per 3-4. E al ritorno a Bologna, la squadra è andata a festeggiare con il suo mister, ricoverato all’ospedale Sant’Orsola.

La formazione

Per quanto riguarda l’undici che Mihajlovic schiererà in campo, non dovrebbero esserci grandi novità. Si va verso la scelta del 4-2-3-1, con la vecchia conoscenza giallorossa Skorupski a presidiare i pali della porta rossoblu. In difesa, spazio a Bani e Denswil centrali, con Dijks e Tomiyasu a ricoprire il ruolo di terzini. Occhi aperti per quanto riguarda il giapponese: il giovanissimo difensore, in realtà centrale, è considerato in patria come uno dei migliori talenti in circolazione. Dotato di grande agilità e rapidità, può diventare facilmente una spina nel fianco per qualunque avversario. A centrocampo la Roma ritroverà nuovamente Medel, vecchia conoscenza della Serie A (con l’Inter dal 2014 al 2017) in cabina di regia, con Poli a fare da supporto. Dietro a Palacio, punta storica del club rossoblu, prenderanno spazio Orsolini, Soriano e Sansone, con quest’ultimo già a segno contro la Roma allo Stadio Olimpico la scorsa stagione, prima firma del giocatore con la maglia del Bologna.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Focus