Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

De Rossi: “Domani sarà una gara difficile, speriamo di essere all’altezza”

Le parole del tecnico della Primavera alla vigilia di Fiorentina-Roma

L’allenatore della Roma Primavera, Alberto De Rossi, ha parlato ai microfoni di Roma Tv prima del match contro la Fiorentina. Queste le sue parole:

“Contro il Torino si sono evidenziati gli stessi errori che abbiamo affrontato nelle partite amichevoli. La mancanza della mentalità difensiva, ma di tutta la squadra e non solo di un reparto. Problema grosso, che si era evidenziato anche l’anno scorso. Dobbiamo riuscire ad essere tutti meno propositivi e più squadra, più concreti”. 

Alle porte avete una gara complicata…
Domani sarà una gara difficile, di nuovo fuori casa contro una squadra che l’anno scorso ha fatto i preliminari. C’è un test impegnativo per noi, dobbiamo velocemente rientrare in un’idea di squadra, di fase difensiva molto più concreta e che porti a fare il risultato. I nostri avversari li conosciamo bene anche se loro hanno cambiato tanti giocatori. E’ una squadra con calciatori con un talento incredibile, con molta esperienza in prima squadra perciò bisognerà essere più uniti e subire molto meno l’uno contro uno perché Kofie e Montiel sono molto forti.

Domani gara spettacolare in una cornice molto bella come l’Artemio Franchi. I tuoi giocatori non sono abituati a certi palcoscenici…
Anche a noi piace giocare su certi stadi. L’altra partita siamo andati in un campo diverso. Questa Fiorentina ci ha concesso questo teatro importante, speriamo di essere all’altezza.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera