Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Roma in FIFA20? Scopriamola nel dettaglio in modalità Ultimate Team (FOTO)

La Roma su Ultimate Team, qualche perla e tanta normalità

Se la vostra fede giallorossa è ineluttabile e anche su FIFA20 volete seguire le orme di Paulo Fonseca e dare via al vostro squadrone giallorosso nella modalità FIFA Ultimate Team, ecco come sono i giocatori della Roma sul celebre titolo EA Sports e come poterli schierare in campo al meglio.

La rosa della Roma a Fifa Ultimate Team (FUT20)

Pau Lopez, Mirante e Fuzato. Lo spagnolo ormai da un paio d’anni su FIFA20 è tenuto in grande considerazione anche se la sua carta oro, alla pari con Mirante, non rientra nella schiera delle carte rare. Resta comunque un ottimo portiere e lo potete acquistare senza problemi sotto i 2000 crediti (con attenzione spendendo anche molto meno). Il portiere italiano invece è facilmente acquistabile sui 350 crediti, mentre Fuzato per la categoria argento è una carta leggermente più dispendiosa di Mirante: intorno ai 650 crediti dovreste riuscire a ottenerla. Tra questi non c’è dubbio che il titolare su Fifa Ultimate Team sia proprio Pau Lopez.

In difesa spicca la carta speciale di Aleksander Kolarov (overall 84) pazzesco sui calci piazzati e sui tiri dalla distanza. Non brilla certo per velocità ma rispetto la carta normale è nettamente superiore, la potete acquistare sul mercato e il miglior prezzo in questo momento si aggira intorno ai 18.000 crediti (per la carta normale anche sotto i 1000). La new entry è Chris Smalling che nonstante una carta 80, come Fazio, non rientra tra le carte rare, categoria in cui invece è presente Juan Jesus e dopo vi spiegheremo meglio il perché. Cetin è un ottimo acquisto per la categoria argento, qualora aveste l’intenzione di fare una Serie A con carte argentate è un buon innesto seppur nella titolarità si trovino nettamente giocatori superiori.

Nel centrocampo giallorosso brilla di luce propria Lorenzo Pellegrini al quale è stata dedicata la carta Team of The Week (TOTW), decisamente superiore anche in questo caso rispetto alla sua carta normale (e non rara), prezzo d’acquisto consigliato intorno ai 12000 crediti. La carta speciale di Mkhitaryan rientra nella rosa dei giocatori da tenere d’occhio dei trasferimenti estivi, grafica a parte non ci sono sostanziali cambiamenti. La carta oro base è rara e la potete acquistare a buon prezzo anche a soli 650 crediti. Merita di essere tenuto in considerazione anche Leonardo Spinazzola, che per velocità è nettamente superiore a Kolarov e potete trovare la sua carta come terzino fluidifcante e non come esterno sinistro di centrocampo. Nota dolente la carta di Zaniolo, rispetto a tanti altri colleghi europei dopoo la scorsa stagione avrebbe meritato maggiore considerazione e caratteristiche più elevate, perfetto solo per la categoria argento (carta rara).

Infine in attacco spicca ovviamente Edin Dzeko, unica carta oro rara del reparto offensivo giallorosso. Giocatore ad essere onesti piuttosto lento con una capacità di dribbling contenuta ma con un tiro ottimo che può risultare devastante. Lo potete acquistare a cifre bassine intorno ai 650-900. Justin Kluivert è carta oro non rara più rapida della formazione giallorossa, insieme a Under e Perotti sono ottime soluzioni sulle fasce. Ma il discorso che stiamo facendo è limitato alla rosa giallorossa, qualora vogliate fare una rosa della Serie A o ibrida, troverete certamente carte migliori.

Come schierare in campo la Roma a FUT20?

Come molti di voi sapranno in FIFA Ultimate Team il valore della velocità fa parecchio la differenza, anche se in questo fifa anche Dribbling e fisico si fanno molto rispettare. Dopo questa premessa e rispettando i dettami tattici di Paulo Fonseca questa è, per noi, la migliore Roma schierabile in un 4-2-3-1.

Pau Lopez; Florenzi, Smalling, Juan Jesus, Kolarov (TOTW); Pellegrini (TOTW), Veretout; Mkhitaryan, Pastore, Kluivert; Dzeko.

  • Perché Juan Jesus? Come vi dicevamo prima è l’unica carta oro rara dei difensori centrali, il motivo è che è anche l’unico dotato di una buona velocità e ha dei valori migliori rispetto ai compagni di reparto.
  • Perché Javier Pastore? Nonostante abbia una velocità bassa e qualità fisiche precarie è anche l’unico che può interpretare su FUT20 il ruolo di COC (Centrocampista offensivo). L’alternativa (in realtà la prima scelta) è chiaramente Lorenzo Pellegrini nella sua versione TOTW, ma ciò vorrebbe dire schierare nei centrocampisti centrali un giocatore tra Cristante e Diawara che non brillano in gioco per quanto riguarda la reattività.

Cambiando modulo e cercando di dare maggiore rapidità alla squadra (fattore per cui non brilla particolarmente) si può passare ad un 4-3-3 con tre centrocampisti centrali, schierandola così in campo: Pau Lopez; Florenzi, Smalling, Juan Jesus, Kolarov (TOTW); Pellegrini (TOTW), Veretout, Pastore; Mkhitaryan, Dzeko, Kluivert. Una squadra che con pochissimi crediti è totalmente dignitosa e vanta ovviamente il massimo dell’intesa e dell’affinità, ma per dovere di cronaca vogliamo precisare che nella costruzione di una squadra ibrida di Serie A, forse, il solo Kolarov (TOTW) potrebbe essere titolare.

E tu come faresti giocare la tua Roma su FIFA Ultimate Team? Scrivicelo nei commenti! Nel prossimo articolo vi illustreremo la Roma in modalità carriera, una squadra che rispetto al gioco di carte online di EA Sports cambia letteralmente volto e in prospettiva diventa una squadra monstre migliorabile con pochissimi accorgimenti.

LEGGI ANCHE:

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News