Resta in contatto

Rassegna Stampa

Lega Serie A, l’elezione del presidente è fuorilegge

 

Gaetano Miccichè rischia la decadenza per l’irregolarità dell’elezione e contestualmente anche il presidente del CONI Malagó rischia una squalifica.

Il procuratore Pecoraro sta decidendo se aprire un’inchiesta sulla regolarità dell’elezione che definire taroccata è dire poco. La guerra tra bande dei presidenti di Serie A è infatti ormai dichiarata.

Lotito & company chiedono l’annullamento della nomina di Miccichè che fu pilotata da Malagò e imposta dalle pressioni di Agnelli e poi dal dirigente della Roma Baldissoni.

Al termine della discussione Agnelli propone l’elezione per acclamazione che viene respinta dal presidente dei revisori Simonelli oltre che dal Giudice Sportivo Mastrandrea. Conclusa la processione prende parola Baldissoni che rilancia la proposta di voto per acclamazione. Lo scrive Il Fatto Quotidiano.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa