Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Cuore giallorosso, Candela si accende: “Io, Totti, Zidane e la nuova Roma targata Fonseca”

Le parole dell’ex giallorosso

Vincent Candela, ex giocatore della Roma, è stato intervistato da Sportweek Talk de La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole:

Che emozioni ti dà questa città?
“Ho vissuto e vivo momenti emozionanti in questa città, i miei quattro figli sono nati e cresciuti a Roma. Qui il tifo è speciale. Come posso non ricordare quei due goal per me memorabili, il primo contro la Fiorentina in Supercoppa e quello a Bari nell’anno del tricolore davanti a quarantamila romanisti”.

E’ impossibile confrontare i primattori del passato e quelli oggi?
“Capello è stato il mio allenatore preferito, mi dava libertà anche se era un sergente di ferro e io gli davo tutto, Fonseca ha già dato un’identità alla squadra e sta tirando fuori il meglio dai suoi. Edin è diverso da Batistuta, ma è allo stesso modo fondamentale per la Roma”.

I compagni più forti con cui hai giocato?
“Totti e Zidane”.

Sul razzismo?
“Chi sbaglia deve pagare”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa