Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Esclusive

ESCLUSIVA SLR, Bisoli: “Contro la Roma il Brescia dovrà fare la sua partita. Tonali può diventare un campione”

Il tecnico ed ex giocatore del Brescia: “Grosso è un esordiente ma farà di tutto per dare alla squadra la possibilità di fare punti in campionato e risalire in classifica”

Domenica pomeriggio la Roma torna in campo dopo la pausa nazionali per affrontare il Brescia di Fabio Grosso. Le rondinelle sanno quanto sia difficile il cammino verso la salvezza, ma la permanenza in Serie A passa anche per le partite con le grandi. In merito al match in esclusiva per siamolaroma.it abbiamo raccolto le parole di Pierpaolo Bisoli, ex giocatore del Brescia nonché padre del centrocampista biancazzurro Dimitri. Le sue parole:

Da ex calciatore del Brescia e da padre di un calciatore biancazzurro, come vive questo ritorno in Serie A la squadra?
“Il ritorno in massima serie è stato qualcosa di incredibile, sia presidente che società che allenatore hanno lavorato al meglio per ottenere un obiettivo così importante. E’ chiaro che le cose adesso sono molto diverse, l’asticella si alza tanto e si deve saper soffrire. La partita con la Roma non sarà una sfida facile, i giallorossi vengono da due sconfitte consecutive, ma non regalerà nulla. Il Brescia dovrà fare la sua partita”.

Il cambio di allenatore non è mai facile, secondo lei Grosso può dare una spinta in più per centrare la promozione?
“Il cambio di allenatore è sempre una scelta interna, se viene fatta è perchè ci sono delle problematiche interne. Corini ha fatto il massimo, Grosso è un esordiente ma farà di tutto per dare alla squadra la possibilità di fare punti in campionato e risalire in classifica. E’ stato un campione del Mondo e ha grandi idee; vorrà trasferire la sua mentalità vincente alla squadra. La salvezza sarà una sofferenza, e se arriverà sarà all’ultima giornata. Qualora dovesse centrare l’obiettivo sarà come vincere uno scudetto”.

Da allenatore, come giudica il lavoro di Fonseca fino ad oggi?
“Secondo me sta facendo un ottimo lavoro, nonostante i tantissimi infortuni. E’ stato bravo a non perdere la calma e ad infondere alla squadra la sua mentalità e la sua idea di gioco. Sono contento che sta portando ottimi risultati, l’ultima partita è andata male, ma sono sicuro che i frutti si vedranno più avanti”.

Balotelli può essere l’uomo in più per centrare la salvezza?
“La qualità del giocatore è fuori discussione, e quando hai un giocatore così trasmette tanto alla squadra. Mario deve trovare stabilità, la sta trovando. Sarà un valore aggiunto perché i grandi giocatori fanno vincere le partite”.

Tonali è la rivelazione del campionato?
“E’ un giocatore fantastico, l’ho visto l’anno scorso da avversario ed è impressionante. Ha grande personalità e sta facendo benissimo anche in Nazionale. Ha un grande futuro davanti, se manterrà queste prospettive sarà un campione per tanti anni”.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Esclusive