Resta in contatto

Rassegna Stampa

Tempo scaduto: Fonseca ha scelto la sua banda

Il portoghese ha un gruppo di calciatori suoi “fedelissimi”

La Roma di Paulo Fonseca ha vissuto tre momenti complicati: il primo dopo il derby del primo settembre, il secondo dopo lo 0-0 contro la Sampdoria, il terzo dopo la sconfitta di Parma. La risposta definitiva forse però è arrivata giovedì contro il Wolfsberger. Esiste una Roma dei leader e dei titolari come Kolarov, Pellegrini e Zaniolo; ed esiste una Roma confusa, quella delle riserve che ha conquistato con tanta fatica la qualificazione ai sedicesimi di Europa League.

L’iper sfruttamento del Tardini è costato una brutta sconfitta ai tempi, ma anche la perdita di Pastore, che aveva ormai conquistato tutti nel ruolo di trequartista. Con il pareggio di giovedì questa volta si è stabilito una differenza nitida: Fonseca ha un gruppo di giocatori che ormai fanno parte della sua cerchia di fedelissimi e agli altri non può più concedere il tempo di riprendere il passo. Sarà così d’ora in poi, almeno fino a Natale.

Il rientro di Kluivert in questo senso gli offre un’opzione in più. La sua capacità di andare in profondità è mancata alla Roma. Per caratteristiche questo compito potrebbe essere svolto da Under, che però è lontano dalla migliore condizione. L’altra buona notizia è il recupero rapido di Pellegrini, che ha smaltito la botta al piede. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa