Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Le due sessioni di mercato del 2019: chi sono i nuovi giallorossi arrivati nell’anno solare

Dopo nessun movimento a gennaio, in estate c’è stato il primo mercato dell’era Petrachi

Le sessioni di mercato della Roma nell’anno solare 2019 sono state completamente diverse tra loro. In inverno, nonostante le sollecitazioni dell’ex mister Di Francesco, che chiedeva un intervento sul mercato, il ds Monchi, anche lui ormai un ex, decise di non effettuare operazioni in entrata, non correggendo le evidenti lacune che la squadra mostrava . Nonostante servisse urgentemente almeno un difensore centrale, con i giallorossi che sembravano vicini a chiudere per Domagoj Vida del Besiktas, dopo il 7-1 con la Fiorentina del 30 gennaio, lo spagnolo ammise candidamente che nell’ultimo giorno di mercato non ci sarebbero stati acquisti.


I botti del mercato estivo

Da un mercato all’altro sono cambiate tutte le componenti della Roma: l’allenatore è il portoghese Paulo Fonseca, reduce da tre anni allo Shakhtar Donetsk, mentre il neo ds è Gianluca Petrachi, ex Torino. A Roma, nell’estate 2019, sono sbarcati ben 10 nuovi calciatori, lo stesso numero di coloro che hanno lasciato Trigoria. Una rivoluzione per dimenticare in fretta la stagione 2018-19.

Leonardo Spinazzola

Il primo acquisto dell’era Petrachi è stato Leonardo Spinazzola dalla Juventus. Il terzino classe ’93, ufficializzato il 30 giugno, è arrivato in giallorosso per la cifra di 29,5 milioni di euro e ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2023.

La Roma è sempre stata una grande società e una grande piazza. Ci sono state sempre squadre allestite per fare qualcosa di importante. Giocare all’Olimpico è stupendo: per lo stadio, per i tifosi e per il calore della gente“.

Amadou Diawara

Subito dopo Spinazzola, il 1° luglio, la Roma ha ufficializzato il secondo colpo di mercato. Si tratta di Amadou Diawara, centrocampista guineano di 22 anni. Petrachi lo ha prelevato dal Napoli per 21 milioni di euro: per il classe ’97 contratto fino al 30 giugno 2024.

Sono arrivato alla Roma motivato, sapendo di essere in una grande squadra. Da avversario, all’Olimpico, i tifosi mi hanno fatto impressione. Darò il massimo per regalargli soddisfazioni“.

Pau Lopez

Il 10 luglio è stato annunciato l’acquisto di Pau Lopez dal Real Betis. Il portiere spagnolo, classe ’94, si è trasferito alla Roma a titolo definitivo per 23,5 milioni di euro. Anche per il l’estremo difensore, come per Diawara, contratto di 5 anni fino al 30 giugno 2024.

Quando è arrivata l’offerta della Roma mi sono sentito di dire sì. Spero che i tifosi saranno orgogliosi di me. Prometto serietà e sacrificio, darò tutto per far gioire i tifosi“.

Gianluca Mancini

Dopo sette giorni dall’acquisto di Pau Lopez, il 17 luglio, la Roma ha messo a segno il quarto colpo del suo mercato. Petrachi ha chiuso con l’Atalanta per Gianluca Macini. Il difensore centrale del ’96 si è trasferito in prestito oneroso (2 milioni di euro), fino al 30 giugno 2020, con obbligo di riscatto fissato 13 milioni. 15 milioni di euro totali a cui vanno aggiunti un massimo di 8 milioni di bonus, per arrivare a un’operazione complessiva da 23 milioni di euro. I giallorossi, in caso di cessione eccedente a quanto versato all’Atalanta, riconosceranno al club bergamasco il 10%. Contratto di 5 anni anche per il 23enne, che si è legato alla Roma fino al 2024.

Ho passato anni bellissimi all’Atalanta, ma quando mi ha contattato la Roma non ho avuto dubbi. Indossare questa maglia è motivo d’orgoglio per i sacrifici che ho fatto“.

Jordan Veretout

Il 20 luglio la Roma ha ufficializzato di aver prelevato Jordan Veretout dalla Fiorentina. Il centrocampista francese, 26 anni, è arrivato con la formula del prestito oneroso (1 milione di euro) con obbligo di riscatto (16 milioni di euro). Totale dell’operazione 17 milioni, a cui vanno aggiunti un massimo di 2 milioni di bonus che porterebbero il costo dell’ex viola a 19 milioni di euro. Veretout ha firmato fino al 30 giugno 2024.

La Roma è un grande club. Ho parlato al telefono con Fonseca, le sue parole mi hanno convinto. Avevo voglia di venire a giocare qui, è un passo avanti nella mia carriera“.

Mert Cetin

Dopo l’ufficialità di Veretout, Petrachi ha consegnato a Fonseca i tasselli fondamentali. Il colpo successivo è stato infatti annunciato solamente il 16 agosto: si è trattato di Mert Cetin, difensore turco classe 1997, direttamente dal Genclebiriligi. Il centrale è costato 3 milioni di euro e la Roma riserverà, in caso di cessione eccedente i 5 milioni, il 10% al club turco. Cetin ha sottoscritto un contratto quinquennale, fino al 30 giugno 2024.

Essere in una grande squadra come la Roma è sempre stato il mio sogno fin da piccolo. Tra un paio di anni  si parlerà del mio nome“.

Davide Zappacosta

Il 21 agosto la Roma ha annunciato di aver acquistato dal Chelsea il terzino ex Torino Davide Zappacosta. Il difensore è arrivato in prestito secco gratuito fino al 31 gennaio 2020 con possibilità di estenderlo automaticamente fino al 30 giugno 2020.

Avevo voglia di ripartire in un certo modo, la Roma è sempre un grande club. Voglio avere un percorso importante qui. Dovremo ragionare partita per partita, solo così possiamo toglierci soddisfazioni“.

Chris SMalling

Dal centrale inglese sono partiti gli ultimi botti di mercato. Petrachi era alla ricerca di un difensore che potesse affiancare Mancini e la scelta, a sorpresa, è ricaduta sul centrale inglese del Manchester United. Il 30 agosto Smalling, classe ’89, si è trasferito in prestito secco fino a giugno 2020 per la cifra di 3 milioni di euro.

Mi piacciono le nuove sfide. Ho l’occasione di dimostrare alla Roma che ha riposto la fiducia nella persona giusta“.

Nikola Kalinic

Dopo la cessione di Schick serviva necessariamente un vice Dzeko. La Roma, il 2 settembre, ha prelevato Kalinic dall’Atletico Madrid in prestito oneroso (2 milioni di euro), fino al 30 giugno 2020, con diritto di riscatto fissato a 9 milioni, per un totale di 11 milioni di euro, qualora dovesse essere confermato.

Sono molto contento di essere qui. La Roma è una grande squadra, un grande club con una grande storia“.

Henrikh Mkhitaryan

L’ultimo acquisto del 2019 è stato Henrikh Mkhitaryan. Il fantasista armeno è stato preso in prestito secco fino al 30 giugno 2020 dall’Arsenal per 3 milioni di euro. La stessa formula utilizzata per Smalling. Anche l’armeno è stato annunciato il 2 settembre.

Sono felice di essere qui. Farò del mio meglio per aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi. La Roma è una nuova esperienza, non mollerò fino alla fine“.

15.12.2019 Roma vs Spal (Serie A) Sport; Calcio;
Nella foto: Mkhitaryan gol
(Foto Gino Mancini)

Cessioni

Sono state 10 le partenze: diversi calciatori hanno lasciato la Roma, sia per esigenze di bilancio sia perché non rientravano nel progetto tecnico. Sono poche le cessioni a titolo definitivo, maggiori quelle in prestito

Konstantinos Manolas

Il 30 giugno, con la necessità di appianare il bilancio in ottica Fair Play Finanziario, la Roma ha ceduto per 36 milioni di euro, l’importo della clausola rescissoria, Kostas Manolas al Napoli. Il difensore greco, eroe della serata magica col Barcellona, ha lasciato la Capitale dopo 5 anni.

Luca Pellegrini

Anche il terzino sinistro classe ’99, che aveva passato la prima metà del 2019 in prestito al Cagliari, è stato ceduto il 30 giugno per esigenze finanziare. Luca Pellegrini si è trasferito alla Juventus a titolo definitivo per 22 milioni di euro, generando una plusvalenza non indifferente.

Stephan El Shaarawy

L’esterno classe ’92, alla Roma dal gennaio 2016, ha ceduto alle lusinghe della Cina, capace di mettere sul piatto, per restare in tema, uno stipendio faraonico. L’8 luglio è stata ufficializzata la cessione di El Shaarawy allo Shanghai Shenhua per 16 milioni di euro.

Ivan Marcano

Arrivato a parametro zero dopo essere andato in scadenza con il Porto nell’estate 2018, un anno dopo Ivan Marcano ha compiuto il percorso inverso. Il difensore spagnolo, che nella Capitale non ha di certo lasciato il segno, l’11 luglio è tornato al club lusitano per 3 milioni di euro.

Gerson

Uno dei più controversi (e onerosi) acquisti degli ultimi anni. Comprato nel 2015, si aggregò alla Roma solo nel 2016. Dopo essere stato spedito in prestito alla Fiorentina la scorsa stagione, il 12 luglio Petrachi è riuscito a piazzarlo a titolo definitivo al Flamengo per 11,8 milioni di euro. In caso di cessione eccedente tale cifra, i giallorossi incasseranno il 10%.

Steven Nzonzi

Accolto con tutti gli onori del caso, Nzonzi è passato presto all’essere fischiato in toto dal pubblico romanista. Ha lasciato la Roma dopo un solo anno, trasferendosi, il 16 agosto, in prestito al Galatasaray con diritto di riscatto a 16 milioni di euro. Il club turco si è riservato la possibilità di prolungare il prestito fino al 2021 pagando 0,5 milioni di euro per poi riscattarlo per 13 milioni. Nel frattempo, Nzonzi è stato messo fuori rosa. Possibile ritorno alla base per poi trovare un’altra sistemazione.

Ante Coric

Il 28 agosto è stato ceduto anche Coric, un altro calciatore che ha lasciato Roma dopo solo un anno di permanenza. Il croato è passato in prestito fino al 30 giugno 2020 all’Almeria, nella seconda divisione spagnola, per 0,4 milioni di euro con diritto di riscatto a 6 milioni, che diverrebbe obbligo al verificarsi di alcune situazioni sportive.

Gregoire Defrel

Negli ultimi giorni di mercato, il 30 agosto, è stato ceduto Defrel, alla Roma dal 2018, dopo un anno di militanza e un anno in prestito alla Sampdoria, al Sassuolo. Il club neroverde, ex squadra del francese, lo ha acquistato in prestito oneroso (3 milioni di euro), fino al 30 giugno 2020, con obbligo di riscatto fissato a 9 milioni. Totale dell’operazione: 12 milioni al quale vanno aggiunti un massimo di 2 milioni di euro di bonus, con 1 milione garantito. La Roma incasserà quindi almeno 13 milioni dalla cessione del classe ’91.

Patrik Schick

Il 2 settembre, sul gong, Patrik Schick, arrivato a Roma nel 2017 e tutt’ora acquisto più oneroso della storia del club giallorosso, è stato ceduto in prestito oneroso (3,5 milioni di euro) al Lipsia. I tedeschi hanno un diritto di riscatto fissato a 28 milioni di euro che diverrebbero 29 se dovessero qualificarsi alla prossima Champions League. L’eventuale riscatto di Schick porterebbe nelle casse di Trigoria 33,5 milioni di euro.

Maxime Gonalons

L’ultima cessione in ordine di tempo è stata quella di Maxime Gonalons, pochi istanti dopo Schick. Il francese, acquistato nel 2017 e in prestito al Siviglia nel 2018-19, è stato ceduto a titolo temporaneo al Granada fino al 30 giugno 2020 con obbligo di riscatto al verificarsi di determinate situazioni sportive per 4 milioni di euro.

Le ultime voci di mercato

Nonostante la prossima sessione sia formalmente nel prossimo anno solare, già si rincorrono le voci di mercato. Gli ultimi nomi forti in ordine di tempo fatti sono quelli di Matteo Politano, esterno dell’Inter, che potrebbe tornare nel club nel quale è cresciuto, e di Wanderson del Kransodar. L’eventuale acquisto del 26enne nerazzurro è però subordinato alla cessione, già a gennaio, di Under, mentre quello del brasiliano può avvenire in prestito con obbligo di riscatto, ma c’è la concorrenza della Premier. Chissà che il neo direttore Petrachi possa rinforzare la rosa a gennaio, così come non aveva fatto Monchi un anno prima.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti