Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Perotti: “Il campo dell’Olimpico non è all’altezza della Serie A” (VIDEO)

Le parole del numero 8 giallorosso

Diego Perotti, esterno della Roma, ha parlato a Sky Sport al termine della partita contro la Juventus:

L’infortunio di Zaniolo?
“E’ una brutta notizia. Un calciatore importante per noi, giovane, che stava facendo bene. Mi dispiace tanto, gli mando un abbraccio. Spero rientri il prima possibile”.

Quanto è stato complicato l’inizio della gara?
“Non possiamo permetterci di subire due reti in 10 minuti. Non siamo entrati con l’atteggiamento e la concentrazione giusti. Non è possibile subire due reti così. Dobbiamo reagire e dimostrare le cose in campo. Oggi non lo abbiamo fatto”.

Dopo il tuo rigore avete avuto chance per pareggiare.
“Sì, abbiamo avuto il palleggio e il possesso, costringendo la Juventus ad abbassarsi. Non siamo riusciti a riprenderla, adesso abbiamo la Coppa Italia e giovedì la partita di Genova”.

PEROTTI IN MIXED ZONE

Cosa è mancato?
“Sicuramente non dovevamo subire due reti in 10 minuti. Poi siamo stati vicini al pareggio, che penso che ci stava anche stretto con una partita più concentrata”.

Seconda sconfitta consecutiva.
“Sicuramente prima della pausa stavamo bene, penso che la sosta non è stata buona. Abbiamo perso due partite dove dovevamo fare punti”.

In Coppa Italia siete preoccupati?
“Non ci sono partite più o meno importanti. Non dobbiamo sottovalutare nessuno. Giovedì e domenica dobbiamo vincere, così come il derby”.

Due infortuni gravi oggi, com’era il campo?
“L’Olimpico non è mai stato un campo all’altezza della Serie A. Ho sempre visto buche in tutte le partite giocate. Ha contribuito agli infortuni di Demiral e Zaniolo. Saremo vicini a Zaniolo, era uno dei migliori. Ce la farà a tornare più forte di prima”.




 

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra