Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Depoitre: “La Roma è favorita, ma non dobbiamo crearci complessi di inferiorità”

Parla l’attaccante del Gent

Laurent Depoitre, attaccante del Gent, ha parlato al portale belga Sportmagazine.be:

La lotta per il titolo in Belgio.
“Dobbiamo essere realisti, sarà difficile. D’altra parte, invece, il secondo posto è ampiamente alla nostra portata. Dobbiamo pensare di essere soddisfatti per il secondo posto e lottare per fare sempre meglio. Vogliamo sognare. Anche perché poi nel play-off può succedere di tutto. Quando siamo diventati campioni, nessuno ci credeva all’inizio e nessuno ci indicava tra i favoriti, c’erano soltanto Brugge e Anderlecht”.

Il doppio impegno con la Roma.
“Sono abbastanza combattuto sul sorteggio. Avendo finito al primo posto nel gruppo, abbiamo pescato la Roma. Il Wolfsburg ha finito dietro di noi e invece ha preso il Malmo. Sulla carta, è più facile per loro che per noi. Ricordo quando ci siamo lamentati perché volevamo affrontare avversari di livello. Adesso abbiamo la nostra opportunità con una grande squadra come la Roma. È una squadra italiana, e le squadre italiane sono sempre molto forti in teoria. Noi abbiamo le nostre possibilità, soprattutto grazie al ritorno in casa. Non siamo favoriti, ma ci faremmo un torto se ci creassimo un complesso di inferiorità. Quando giochi contro una grande questo ti permette di vedere quali sono i tuoi difetti, quindi può essere solo una grande occasione”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News