Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Thorup: “Sarà importante fare gol alla Roma in vista della doppia gara”. Odgidja-Ofoe: “Dovremo fare il nostro gioco”

Le parole del tecnico del Gent in conferenza stampa

Jess Therup, allenatore del Gent, in vista della sfida di Europa League contro la Roma, ha parlato in conferenza stampa, nella sala stampa dello Stadio Olimpico. Di seguito le sue dichiarazioni.

 

LA CONFERENZA DI THORUP

“Giocare in Europa è speciale per tutti, Volevo vedere come era l’ambiente. Affrontiamo una delle squadre più forti d’Europa. Se guardiamo indietro di qualche mese non credevamo di arrivare fin qui. Siamo un gruppo compatto e un bello spirito. Abbiamo superato brillantemente la fase a gironi, abbiamo pescato una grande come la Roma. E’ una delle migliori d’Europa, anche se non sta attraversando un bel momento. Sarà decisivo fare almeno un gol. Loro hanno un potenziale offensivo importante e non subire gol sarà difficile. Giocheremo all’attacco per sorprendere tutti”. 

Non cambierà la sua filosofia di gioco?
“Noi abbiamo una mentalità prettamente offensiva, non vogliamo snaturarci. Non possiamo pensare solo all’attacco. Dovremo badare a difenderci, non solo la difesa ma un lavoro di squadra e collettivo. Dovremo essere compatti per essere efficaci in ripartenza”.

Depoitre sarà pronto per questa partita?
“Non sono in grado di dirlo. Lui ha viaggiato con noi, si allenerà stasera. Non gioca una partita completa da tre settimane. Deve essere pronto anche dal punto di vista mentale. Vedremo la rifinitura poi domani decideremo se giocherà dall’inizio, se andrà in panchina o in tribuna”.

La Roma nel 2020 è in difficoltà. Che idea si è fatto e come pensa di sfruttarla?
“Ho visto diverse partite della Roma, come quella di Bergamo. Ero presente per farmi un’idea dal vivo. La Roma ha capacità individuali importanti, ma se perde tante partite non ha fiducia. Non sono particolarmente preoccupato sulle partite della Roma, ma sono concentrato sulla mia squadra e su quello che può fare”.

Ha parlato della sua squadra come di una rivelazione. In società il superamento di quest turno viene considerato fattibile…
“Questo mi fa piacere, altrimenti sarebbe rimasto a casa. Dando però uno sguardo alla classifica europea a livello di bilancio la Roma è più in alto rispetto a noi. Sulla carta non ci dovrebbe essere partita, ma nel calcio tutto è possibile. Il fattore fiducia conta molto e noi abbiamo ottenuto risultati positivi”.

LA CONFERENZA DI ODJIDJA-OFOE

Niangbo ha già giocato contro la Roma in questa Europa League con il Wolfsberger. Vi ha svelato qualche segreto?
“Non c’è stata nessuna informazione dettagliata”.

Con che stato d’animo la squadra si appresta ad affrontare una sfida così importante?
“Le partite europee sono sempre speciali. Teniamo molto a questa competizione e speriamo di vivere domani una buona serata. Siamo consapevoli di poter tornare a casa con un buon risultato”.

In passato ha già affrontato la Juventus. Quanto è difficile affrontare le squadre italiane?
“E’ sempre difficile, poi quella Juve era molto offensiva. Dovremo fare il nostro gioco, concentrati per novanta minuti consapevoli che in ripartenza avremo occasioni da sfruttare”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News