Resta in contatto

Conferenze stampa

Fonseca: “Lecce avversario motivato. Pellegrini ha la mia fiducia” (VIDEO)

Il tecnico portoghese: “Il Lecce è una squadra molto motivata, viene da tre vittorie di fila e gioca bene. Possiamo cambiare 2-3 giocatori in questa gara”

In occasione della sfida di domani pomeriggio con il Lecce, il tecnico giallorosso Paulo Fonseca ha parlato nella consueta conferenza stampa:

“Prima di iniziare la conferenza stampa volevo fare gli auguri a Claudio, il nostro traduttore”

Cosa teme della partita di domani?
“Il Lecce è una squadra molto motivata, viene da tre vittorie di fila e gioca bene. Ha giocatori di qualità che amano avere la palla, sarà una partita difficile”.

Tante gare ravvicinate, sta pensando di cambiare? E quanto?
“Possiamo cambiare 2-3 giocatori in questa gara, i tempi di recupero sono corti visti i tanti impegni. Valuteremo i possibili cambi per avere giocatori più freschi”.

Come gestisce il momento di Pellegrini? Valuta se farlo riposare o è meglio metterlo in campo?
“Un allenatore deve pensare ad entrambe le opzioni, Lorenzo deve capire cosa ha sbagliato in queste ultime gare e perché. Dopo per me lui deve giocare. E’ importante per lui sentire che ha la mia fiducia. In questo momento non è nascondendo i giocatori che aiutiamo la squadra”.

Su Kolarov, che gestione pensa di fare?
“Non penso a farla. Kolarov domani giocherà, domani le sue caratteristiche sono fondamentali. Anche lui, come tutta la squadra, non è stato bene, ma è migliorato tanto. Noi in questo momento dobbiamo pensare a ciò che abbiamo fatto bene, non quello che abbiamo sbagliato”.

La Roma non ha mai ribaltato uno svantaggio iniziale. C’è un deficit di personalità?
“Più che parlare di quello che la squadra non ha fatto bene è importante valutare le cose positive. Questa squadra ha fatto tante belle prestazioni, se l’ha fatto vuol dire che ha le capacità. Dobbiamo lavorare su questo”.

La Roma batte molti calci d’angolo. State cercando di sfruttare di più le soluzioni da palla inattiva?
“Sempre. Devo dire che siamo anche una delle squadre che fa più gol su corner, se non sbaglio siamo la seconda in campionato. Se pensi che possiamo fare più gol così ti dico di sì. In tutte le gare abbiamo la possibilità di fare gol da palla ferma”.

Questa rosa può ambire alla Champions? Come sta Mancini?
“Come ho sempre detto, sono il primo che crede alla Champions il prossimo anno, e devo farlo credere anche agli altri. Su Mancini, io non ho bisogno di dire nulla. E’ un giocatore con un atteggiamento diverso, e ritornerà quando sentirò che c’è bisogno di lui. E’ un grande giocatore e un grande professionista”.

A destra hanno giocato Santon, Bruno Peres e Spinazzola. Chi è il titolare nella sua testa?
“Per domani? Vediamo domani. E’ la frase che mi piace di più (ride n.d.r.)”.

Mkhitaryan è pronto per giocare domani?
“Sono tutti pronti, vediamo domani”

Se la Roma non dovesse raggiungere la Champions sarebbe un fallimento?
“E’ una domanda per una lunga risposta. Penso di no, questo è un anno “zero” in cui abbiamo cambiato tutto. Mi ricordo che quando Klopp è arrivato al Liverpool il primo anno è arrivato ottavo. Anche Inzaghi con la Lazio, che adesso sta facendo un campionato straordinario, quanto ci ha messo? Così come Gasperini. Posso fare molti esempi, penso che questo sia un anno di cambiamento ma non penso sarà un fallimento. Io sono positivo e non ho mai pensato a non poter arrivare al quarto posto”.

Perché la Roma ha tutte queste difficoltà?
“Non credo che Valentino Rossi dopo tre incidenti, nella successiva sia lo stesso. Questo è il mio pensiero. Il calcio è diverso dagli altri sport, quando Rossi, spero non gli succeda questo, corre dipende da lui. Qui sono 11 giocatori che dipendono l’uno dall’altro. Per questo il calcio è diverso dagli altri sport”.

Contro il Gent abbiamo notato difficoltà a difendere in area di rigore, secondo lei si deve guardare la palla o si deve sentire l’uomo?
“Le due cose. Dipende dov’è la palla, che pressione ha il portatore, se la palla è lunga, ma devono entrambe essere una preoccupazione per i difensori”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Bravo, il più bel commento sul grandissimo e inarrivabile Ago!"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Pure io diventai giallorosso per il Barone e per Falcao e dato che abito a Torino pure per il gusto di contrastare la odiata juventus e tutti gli..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Capitano mio capitano quanto ne sarei felice se allenassi un giorno la nostra amata Roma. Grazie Peppe"

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Conferenze stampa