Resta in contatto

News

Conte: “Chiudiamo ogni attività produttiva non necessaria” (VIDEO)

Le parole del Presidente del Consiglio

Intervenuto attraverso il suo profilo Facebook, il Premier Conte ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“Fin dall’inizio ho scelto di non minimizzare questa situazione. In questi giorni durissimi stiamo affrontando una delle situazioni più difficili degli ultimi anni. Rimanere a casa è difficile, ma dobbiamo resistere per tutelare noi stessi e i nostri cari. Negli ospedali c’è chi rischia e rinuncia a molto di più, penso agli infermieri e ai medici ma anche alle forze dell’ordine, ai farmacisti. Donne e uomini che ogni giorno compiono un atto d’amore nei confronti dell’Italia intera. La scelta del Governo è quella di chiudere ogni attività che non sia necessaria. Continueranno a rimanere aperti tutti i supermercati, nessuna restrizione nei giorni di apertura. Chiedo calma, non c’è bisogno di creare code. Rimangono aperte anche farmacia, banche e le poste. Assicuriamo i mezzi pubblici ed i trasporti. Consentiremo solo il cosiddetto smart working. Rallentiamo il motore produttivo del Paese ma non lo fermiamo. Ci prepariamo ad affrontare il momento più difficile del contagio. L’emergenza sanitaria si sta tramutando in piena emergenza economica. Ma a voi tutti dico che lo Stato c’è. Rialzeremo la testa e ripartiremo quanto prima. Ci dobbiamo stringere. Se dovesse cedere un solo anello crollerebbe tutta la catena. Questo è un sacrificio che ci consentirà di tornare nelle nostre piazza. Uniti ce la faremo”.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News