Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 24 marzo 1985: all’Olimpico un brutto derby finisce 1-1 (FOTO)

La Roma, senza Falcao, Conti e Pruzzo, pareggia un derby povero di traguardi ma anche di idee

E’ il 24 marzo 1985, allo Stadio Olimpico di Roma va in scena la XXIII giornata di Serie A tra Lazio e Roma. I giallorossi, settimi in classifica, arrivano alla sfida contro i cugini senza Falcao, Conti e Pruzzo.

I biancocelesti, penultimi in classifica, impostano una partita affatto difensiva, cercando di aggredire la Roma con una marcatura aggressiva a tutto campo. Dopo poco più di un ora di gioco, con i portieri piuttosto disoccupati, arrivano i gol: al 71′ Antonelli batte il portiere Orsi con un tiro angolatissimo dal limite dopo un rimpallo fortunato, poi, due solo due minuti dopo, Giordano con un preciso guizzo di testa sotto porta acciuffa il pareggio.

Prima dei due gol si era però scatenata una rissa: Laudrup in corsa viene placcato da Ancelotti, Giordano così tira il pallone addosso al romanista e Chierico colpisce con un calcio il centravanti laziale. Rissa generale e relativa espulsione doppia di Chierico e Garlini.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Auguri Francesco, capitano. Sono felice di essere doventato giallorosso sin dall'anno prima dell'ultimo scudetto. Ti ho visto crescere e maturare e..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Il Principe è uno dei simboli storici della Roma. Una volta Falcao disse di lui a Liedholm: "La Roma con questo ragazzo ha il futuro garantito, dopo..."

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Gli anni migliori della mia giovinezza. Ci è mancata solamente quella maledetta coppa dei campioni del 1984 e il cerchio si sarebbe chiuso in..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Un vero leader. Francesco era il più talentuoso, lui il più carismatico."

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Era e rimarrà sempre il mio unico Capitano."

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Advertisement

Altro da Amarcord