Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Veretout: “Sono contento di essere tornato a Trigoria e di aver ripreso gli allenamenti”

Il centrocampista giallorosso: “Orgoglioso del lavoro svolto dalla società”

Al programma ‘At home’ di Roma TV, Jordan Veretout ha parlato della ripresa degli allenamenti. Le sue parole

Come ti senti?
“Mi sento bene, spero che tutto possa riprendere per il meglio, questo è stato un periodo molto difficile”.

Sei diventato un esperto di gioco per bambini…
“Sì, quando smetterò di giocare a calcio farò questo (ride, ndr)”.

Le tue figlie ti hanno tagliato i capelli?
“Sì, loro con mia moglie si sono divertite a tagliarmeli, sono contento (ride, ndr)”.

Le prime sensazioni negli allenamenti a Trigoria?
“Molto buone, sono molto contento di tornare a Trigoria, rivedere i miei compagni di squadra. Noi rispettiamo tutte le norme di sicurezza, poi lavorare in campo mi piace e sono contento, spero che tra poco potremo nuovamente allenarci tutti insieme, questo è un periodo difficile ma sono contento. Speriamo di riprendere in campionato con sicurezza”.

Quanto ti è mancato il pallone?
“Tanto, ne avevo presi 2-3 e ci ho giocato a casa. Sono contento di aver ripreso gli allenamenti”.

C’è attesa per gli allenamenti di gruppo…
“Adesso dobbiamo fare tutto bene come ci è stato detto, con mascherine e andare nelle nostre stanze personali, fare attenzione a essere distanti tra di noi. Facciamo di tutto per allenarci bene e in sicurezza”.

Sarà fondamentale questo tempo per allenarsi a Trigoria ed eventualmente riprendere il campionato…
“Sì, a casa abbiamo fatto un grande lavoro ma sul campo è diverso. Come ho detto prima, mi manca allenarmi con tutti i miei compagni, spero possa accadere presto”.

Le iniziative del club?
“La Roma ha fatto un grande lavoro e sono molto felice di far parte di questa squadra, la società ha fatto un grande lavoro con Roma Cares e ha aiutato molto le persone, ha fatto di tutto per combattere il Coronavirus con le donazioni. Sono molto contento della società, ha aiutato tantissimo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra