Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Kluivert: “Mi manca giocare davanti ai tifosi. Stagione? Lotteremo per un posto in Champions”

L’esterno giallorosso: “Non mi ero mai fermato così a lungo. Dobbiamo ritrovare le sensazioni in campo, se riprenderemo ci faremo trovare pronti”

Justin Kluivert, attaccante della Roma, questo pomeriggio ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole:

Le sensazioni di questo momento?

“Non mi ero mai fermato così a lungo, mi manca molto giocare allo stadio davanti ai tifosi e ovviamente fare gol. Non vedo l’ora di poter tornare a farlo. Ci siamo allenati da soli a casa ma non è ovviamente la stessa cosa se ci alleniamo a Trigoria”.

La ripresa del campionato?

“È fantastico tornare a vivere tutto questo. All’inizio dobbiamo ritrovare le sensazioni in campo, quando e se riprenderemo ci faremo trovare pronti. Infatti, è per questo che siamo tornati ad allenarci, in attesa di capire come si sviluppano le cose. Forse la prima partita servirà a riprendere confidenza, ma credo che ritroveremo velocemente il feeling”.

La stagione?

“Lotteremo per un posto in Champions League, siamo ancora in corsa. Se dovessimo riprendere a giocare, questo sarà sicuramente il nostro obiettivo. La squadra è in grado di farlo e che alla fine avremo un posto in classifica diverso da quello attuale. Personalmente sono contento di come stavo giocando, poi purtroppo è accaduto tutto questo. Mi farò trovare pronto, statene certi”.

Vuoi rubare il mestiere ai giornalisti dopo aver aperto il canale Youtube?

“No, mi piace farlo per me stesso (ride, ndr). Voglio mostrare alla gente le cose che mi passano per la testa, quello che faccio fuori dal campo, quello che faccio prima di una partita, come sono i miei amici, cosa faccio con la mia famiglia, da dove vengo. Voglio dire la mia sulle cose che accadono o che vengono dette su di me o su altre persone. Questo voglio fare, dico ai giornalisti che possono continuare a fare il proprio lavoro”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra