Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Dzeko: “Questa sera mi ha deluso tutto”

“Non siamo mai stati in partita”

Queste le parole del capitano della Roma Edin Dzeko, a seguito della sconfitta di Duisburg contro il Siviglia, costata ai giallorossi i quarti di finale di Europa League:

DZEKO A SKY SPORT

Cosa ti ha deluso di più?
Tutto. Non siamo mai stati in partita, dal 1′ all’ultimo minuto. Ci hanno mangiato in velocità e tecnica, in tutto.

Avete tirato solo una volta nello specchio della porta, come mai così poca produzione offensiva?
Non lo so, ci hanno pressato. Volevamo giocare ma non era possibile. Non abbiamo visto che era difficile giocare da dietro, ci abbiamo provato per 90′, ma non siamo mai riusciti ad arrivare in porta.

Cosa manca per fare il salto di qualità?
Se guardiamo questa partita manca tanto. Ci dobbiamo fare una domanda in più tutti.

Una risposta in più che potete darvi?
C’è gente che deve pensare a queste cose. Sono qui per giocare. Sono deluso perché non abbiamo fatto per niente una gara buona. Non siamo mai stati in partita, questo mi ha deluso di più.

DZEKO A ROMA TV

Dzeko saluta la stagione con la partita meno brillante…
Non siamo stati noi, sicuramente

Il rammarico più grande?
Aver mancato la qualificazione in Champions che era il nostro obiettivo e non essere andati più avanti in Europa League. Sono deluso perchè oggi non siamo stati mai in partita, siamo stati sempre in ritardo e ci hanno sovrastato in quasi tutto

E’ mancato l’approccio o la continuità?
Non so i ragazzi hanno dato tutto ma sembra non potessimo mai arrivare a rubare un pallone

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra