Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Ritiri: porte chiuse, si tratta con le Regioni. Protocolli rigidi e accessi su prenotazione

I giallorossi rimarranno a Trigoria

I ritiri sono già il caso dell’estate. Il nuovo Dpcm impone che “gli allenamenti degli atleti professionisti e non degli sport di squadra sono consentiti all’aperto, senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli vigenti”. Non si potrà quindi assistere alle sedute di allenamento, non si potranno allestire fan zone e saranno vietati gli assembramenti per autografi e foto, mandando in fumo gran parte del business estivo.

Non aiutano nemmeno le date, visto che, a causa dello stop a giugno, anche i ritiri estivi sono stati spostati in avanti, da fine agosto agli inizi di settembre. Tempo meno buono in montagna e troppi pochi giorni per spostarsi, 10 giorni rispetto alle 3 settimane degli anni passati. Ecco perché diverse squadre, come la Roma, hanno deciso di restare nei rispettivi centri sportivi, dove è più semplice adottare i protocolli vigenti. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa