Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Si rivede la Roma: Fonseca sotto esame

Oggi inizia il secondo capitolo in giallorosso per il portoghese

Fare meglio è il minimo sindacale, anche perchè fare peggio della stagione precedente è difficile. Fonseca sa di essere sotto esame e da oggi comincia una nuova annata a pochi giorni dalla fine di una finita con l’amara eliminazione in Europa League. L’aria è cambiata. Lo scorso anno Paulo era stato cercato, ora c’è e non respira lo stesso entusiasmo. C’è qualche nodo da sciogliere dovuto dal cambio di società con i dirigenti impegnati in altro, magari anche nel pensare di cambiare in panchina. Poi c’è un mercato che non decolla vista l’esigenza di salvaguardare i conti.

La rosa extralarge non aiuta specie se gran parte della rosa non è funzionale per il suo progetto tecnico e nemmeno per quello della società. Fonseca si trova un po’ come Garcia nel suo terzo anno quando il club, con l’entrata di Lippie e Norman nello staff, lo aveva praticamente delegittimato. Probabilmente il tecnico incontrerà la nuova proprietà oggi a Trigoria in conference call prima di cominciare il lavoro sul campo. Per adesso il suo unico interlocutore è Fienga con cui ha un buon rapporto. Tanti si aspettavano di più da Fonseca, soprattutto per come era arrivata la squadra in Europa League dopo il finale di campionato. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa