Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Friedkin in campo prima dell’avvio

Presto i Friedkin saranno a Roma

Nel più totale silenzio e con la massima riservatezza che li ha contraddistinti durante tutte le tappe di avvicinamento alla Roma, Dan e Ryan Friedkin si preparano a sbarcare nella Capitale. I nuovi proprietari della società giallorossa hanno infatti confermato la loro intenzione di farsi vedere “sul campo” prima dell’inizio del campionato, anche se già ieri era segnalata la presenza di Ryan Friedkin a Milano.

Il trentenne, braccio operativo del gruppo di Houston per l’investimento calcistico, avrebbe cenato con il Ceo Fienga – da Trigoria non confermano e non smentiscono – impegnato in Lombardia per le numerose trattative di mercato da chiudere in questi giorni. La Roma è infatti al centro di diversi affari, in primis quello che potrebbe portare all’addio di capitan Dzeko.

Nelle ultime ore il Napoli sembra aver ammorbidito le proprie posizioni sul fronte Milik, ma sarà decisivo l’incontro in programma in giornata tra De Laurentiis – che ha confermato come il polacco sia in uscita – e Ramadani, potente procuratore di Koulibaly e soprattutto di Under, esterno d’attacco che dovrebbe trasferirsi in Campania in uno scambio con il centravanti ex Ajax.

Fienga aspetta interessato e intanto, mentre guarda con fiducia al possibile acquisto di Smalling, ha definito con il Bayer Leverkusen il trasferimento di Schick, che oggi si sottoporrà alle visite mediche, e con l’Inter quello di Kolarov: i giallorossi incasseranno 1 milione più 500mila euro di bonus per il serbo. C’è invece distanza con il Besiktas per Santon. Guardando al campo la Roma ha continuato la preparazione in vista dell’esordio di campionato, dove l’avversario sarà il Verona di Juric: “All’inizio abbiamo una partita difficile contro l’Hellas. Dopo giochiamo in casa con la Juve, è – il commento di Fonseca sul calendario – un avvio complicato. Anche il termine del campionato è difficile”. Lo riporta “Il Tempo”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa