Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Smalling e Fazio: aria di staffetta in retroguardia

Florenzi e Dzeko fanno catenaccio sul mercato

In questi tempi ci si aggrappa anche agli indizi social dei giocatori e anche Smalling è tra questi. L’inglese ha come foto una in abiti borghesi con dei bambini e nella biografia non è scritto a quale squadra appartiene. Fino a qualche giorno fa aveva la Roma. Il centrale ha ripreso la preparazione col Manchester United e per rispetto del club ha eliminato “l’appartenenza. Le società stanno trattando con meno distanza, la base è il prestito oneroso con l’obbligo di riscatto per una valutazione complessiva di 15 milioni di euro. Intanto Fazio sembra essere ad un passo dal Cagliari. Il problema è che per l’argentino è scattato il rinnovo automatico fino al 2022 e guadagna 5 milioni lordi. Per mettere a punto la trattativa ci sarà bisogno che la Roma partecipi in modo serio al pagamento dell’ingaggio, ma c’è ottimisimo. Sul fronte difensori c’è l’accordo di massima tra Jesus e Genoa, ma non è sicuro che il brasiliano accetti il trasferimento. Qualora Dzeko dovesse andare via, l’offensiva per Milik sarebbe con Under, un giovane ed un conguaglio, ma non basta. Maksimovic resta sempre un obiettivo della Roma, ma c’è da segnalare che se la società riuscisse a cedere Pau Lopez si andrebbe dritti su Meret. La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa