Resta in contatto

Esclusive

Frattesi: “Del passato alla Roma ho dei ricordi bellissimi. De Rossi il mio idolo”

L’ex giallorosso, ora al Monza, in esclusiva alla nostra redazione: “Non aver avuto la chance in prima squadra credo riguardi anche la fortuna, però evidentemente in quel momento non me la meritavo”

Ha indossato la maglia della Roma nelle giovanili dal 2014 al 2017, per poi passare al Sassuolo. Poi la Serie B con l’Ascoli, prima, e con l’Empoli. Oggi Davide Frattesi è una pedina fondamentale nel centrocampo del Monza, allenato da Cristian Brocchi, che ha come obiettivo la prima storica promozione in Serie A.

L’ex Roma, in esclusiva alla redazione di SiamoLaRoma.it, ci ha raccontato del suo inizio di stagione con la maglia biancorossa, e del suo passato a Trigoria.

Dopo una stagione all’Empoli in Serie B, quest’anno saresti potuto approdare in Serie A, dove diverse squadre ti cercavano, ma invece hai scelto il Monza.
“Dopo due campionati di Serie B fatti anche ad un buon livello, l’anno scorso potevo provare ad andare in A, anche in prestito, però non ho potuto dire di no al Monza e al progetto che c’è qua. Voglio aiutare il club a raggiungere l’obiettivo dichiarato: la Serie A”.

Torniamo indietro di qualche anno, sei cresciuto nelle giovanili della Roma, indossandone la maglia della Primavera dal 2014-2017, con cui hai vinto anche una Coppa Italia e una Supercoppa, che ricordi hai di quelle stagioni? Ti senti di aver dato il massimo o ti aspettavi una chance anche in prima squadra?
“Sono dei ricordi bellissimi: Trigoria e i miei vecchi compagni, con cui tutt’ora mi sento, ma anche tutte le persone che lavorano al suo interno, persone importanti e di spessore, dal magazziniere al direttore. Non aver avuto la chance in prima squadra credo riguardi anche la fortuna, però evidentemente in quel momento non me la meritavo. Si va avanti così e spero di approdare in Serie A il prossimo anno per dimostrare quanto valgo”.

Frattesi con la maglia della Roma Primavera

Un commento sulla stagione della Roma? La segui ancora? Riuscirà a conquistare la Champions che manca da due anni? Questa stagione di Serie A, che non ha ancora un padrone può rilanciare le ambizioni dei giallorossi?
“Con l’avvento del nuovo proprietario c’è sicuramente più entusiasmo. Anche per quanto riguarda la gente, sento i miei amici di Roma e pensano possa davvero essere la stagione del rilancio, anche se Roma non è una piazza facile. La Roma la seguo sempre e sono contento che stia andando bene in questo momento e credo che, anche se sarà difficile visto che molte altre squadre si stanno dimostrando forti, potrà qualificarsi alla prossima Champions League”.

Sai, il giocatore di cui si è parlato di più nella capitale ormai da più di due anni è Nicolò Zaniolo, talento molto sfortunato. Che cosa senti ti dirgli? Che calciatore pensi possa diventare?
“Con Nico ho parlato sia prima dell’infortunio che dopo e gli ho detto che deve stare tranquillo perché è molto giovane, anche se ha già dimostrato quello che vale. Il mio augurio è che possa tornare più forte di prima, ma è anche quello che penso. Oltre ad essere un ragazzo serio è un ragazzo con notevoli qualità fisiche quindi secondo me tornerà più forte di prima”.

Chi è il tuo idolo? Quale, invece, il calciatore a cui ti ispiri?
“Un calciatore a cui mi ispiro è De Bruyne, che è sicuramente il più forte nel suo ruolo. Il mio idolo, invece, è De Rossi, per ovvie ragioni”.

Si ringrazia per la disponibilità l’ufficio stampa di AC Monza nella persona di Enrico Cerruti.

Un siparietto social tra Frattesi e De Rossi

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Esclusive