Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Conferenze stampa

Fonseca: “Domani sarà Cristante il capitano. Dzeko si sta allenando bene”

“Quello che rafforza il gruppo sono le vittorie, l’atteggiamento in allenamento”

Paulo Fonseca in conferenza stampa ha presentato la sfida di campionato contro la Juventus, in programma domani alle 18:00 e valida per la 21^ giornata di Serie A.

La sfida tra la terza e la quarta. Come valori, cosa ha in più la Juventus? Cosa ha in più la Roma?
“Non mi piace fare queste valutazioni, sono due squadre diverse. La Juve è squadra fortissima, con un grande allenatore. E’ una squadra diversa rispetto all’inizio della stagione, più intensa e dinamica con grandi individualità. La Roma è in fiducia”.

Come state andando avanti con Dzeko? Come si sta allenando? Cristante sarà il capitano?
“Non ho altro da dire rispetto a quello che ha detto Tiago Pianto. Abbiamo parlato, Dzeko si è allenato bene. Ma Cristante sarà il capitano”.

La partita di domani può essere la consacrazione di Mayoral?
“Borja non ha bisogno della prossima partita. E’ un giovane di qualità che sta giocando bene, deve rimanere concentrato per fare una buona partita”.

Si immagina sulla panchina della Roma la prossima stagione?
“Io penso solo alla partita di domani”.

Come cambia la squadra con un centravanti come Mayoral? Quello che è successo ha rafforzato il gruppo?
“Quello che rafforza il gruppo sono le vittorie, l’atteggiamento in allenamento. Sono due calciatori diversi, Borja è più profondo. Dzeko lega più con i centrocampisti”.

El Shaarawy è in condizione? Mirante come sta?
“El Shaarawy sta lavorando individualmente perché deve recuperare. Mirante sarà con la squadra, ma giocherà Pau Lopez”.

Pedro come sta?
“Pedro sta bene, la prossima settimana sarà con la squadra. Ha iniziato bene. Ha delle caratteristiche importanti”.

Con l’assenza di Smalling, conferma Ibanez al centro della difesa?
“Sì, Ibanez sarà al centro della difesa”.

Villar ha il potenziale per fornire assist e fare gol da trequartista?
“Villar ha caratteristiche per giocare più vicini ai difensori per la fase di costruzione, ma anche per giocare più avanti. Può fare entrambe le cose”.

Venti partite dopo, è una Juventus diversa?
“E’ normale che con più tempo per lavorare con Pirlo stia molto meglio. E’ più intensa, più dinamica e più profonda. Hanno la qualità individuale che conosciamo. Questa è una squadra più forte di quella dell’andata”.

Cosa chiederà ai nostri giocatori per vincere?
“Io parlo sempre con la squadra per avere ambizione, in tutte le partite”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Conferenze stampa