Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, la caduta dal podio

I giallorossi scivolano al quarto posto

La Roma, pur non crollando davanti ai campioni d’Italia, resta se stessa anche allo Stadium: debole con le big. Solo 3 vittorie in 20 tentativi da quando c’è Fonseca in panchina e mai in questa stagione. La Juve si aggiudica lo scontro diretto e, con la partita con il Napoli da recuperare, sorpassa i giallorossi, facendoli scendere dal podio.

Pirlo ruba a Fonseca l’arma migliore, il contropiede. Il portoghese va subito all’attacco ma si trova davanti la miglior difesa del torneo e non gli basta invadere la metà campo avversaria. La Juventus, diversa per sette undicesimi rispetto a quella di Coppa Italia, ha la freschezza per ribaltare ogni azione. Nonostante la superiorità nel possesso palla del primo tempo, la Roma non riesce a centrare la porta di Szczesny, Spinzzola e Veretout si fermano spesso sul più bello. La Juve sa con chi andare a dama, l’attacco giallorosso senza Pellegrini sulla trequarti fa cilecca. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa