Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Le maglie New Balance dall’anno prossimo, opzione fino al 2025

New Balance

L’accordo era nell’aria, ora ufficiale

Il matrimonio era nell’aria, ma soltanto ieri la Roma e la New Balance hanno pronunciato il fatidico “sì”. La casa di abbigliamento di Boston è ufficialmente il nuovo sponsor tecnico, la squadra terminerà l’attuale stagione prima dell’addio -già annunciato lo scorso anno- con Nike.

La società di Friedkin non ha diffuso alcun dettaglio in merito alla partnership, che, a partire dal 2021, avrà durata biennale con la possibilità di rinnovare per altre due stagioni in base ai risultati ottenuti. La base fissa che New Balance garantirà ai capitolini è di circa 3.5 milioni annui, a cui andranno scalate le spese relative al materiale per le divise da fornire a tutte le squadre (academy comprese). Il vero cambiamento rispetto a Nike riguarda la percentuale sul venduto, che toccherà quota 40%, con la possibilità quindi di aumentare il fatturato in base alle vendite.

L’accordo prevede poi che la Roma diventi il fiore all’occhiello di New Balance nel mondo del calcio, dove sono già in essere accordi con Porto, Athletic Bilbao e Lille. Rispetto al passato, la maglia giallorossa sarà venduta globalmente e non sarà seconda a nessun’altra squadra nei vari store New Balance, che per la prima volta si lega ad un club italiano. La nuova divisa, però, non potrà esordire prima della prossima stagione: l’attuale maglia Nike sarà indossata fino all’ultimo giorno di campionato. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa