Resta in contatto

Approfondimenti

ESCLUSIVA SLR, van der Gouw: “Vedo il Manchester favorito, ma la Roma sta facendo grandi cose”

Le parole dell’ex portiere dei Red Devils a poche ore dalla gara di Old Trafford

Questa sera la Roma si gioca l’andata della semifinale di Europa League in casa del Manchester United, per continuare il sogno europeo. I Red Devils sono l’ultimo grande ostacolo verso la finale di Danzica, l’apice di un cammino da Champions League dei giallorossi nella competizione.

In vista del match contro la squadra di Solskjaer, abbiamo raggiunto telefonicamente un ex Man Utd, che attualmente allena i portieri del PSV Eindhoven: Raimond van der Gouw. L’ex portiere olandese ha difeso i pali dei Red Devils tra il 1996 e il 2002, allenando poi anche i portieri delle giovanili per due anni. Nel 2009 è tornato in Olanda dopo l’esperienza come preparatore anche al Sunderland, e ha trascorso 11 anni al Vitesse, squadra che ha lasciato nel 2020 per trasferirsi al PSV.
Ecco le sue parole in esclusiva:

Raimond, cosa pensi del match di questa sera tra Manchester United e Roma: vedi una favorita o è una partita equilibrata?

“Il confronto si gioca su due gare, entrambe interessanti. La Roma contro l’Ajax, soprattutto all’andata, ha fatto grandi cose.
Ha fatto meglio degli olandesi segnando più gol, poi nel match di ritorno hanno fatto una grande prova difensiva ed erano in grande forma. Per la partita di questa sera contro il Manchester United penso che i Red Devils siano favoriti, anche guardando le rispettive classifiche: il Manchester è secondo mentre la Roma settima. Penso che gli inglesi siano in un momento di forma migliore, e mi auguro possano vincere”.

Parlando del Manchester United, quali sono le principali insidie e i calciatori più pericolosi della squadra di Solskjaer?

“Credo che gli attaccanti del Manchester siano molto pericolosi, sono veloci e hanno qualità. Rappresentano sicuramente il reparto più pericoloso dei Red Devils: se controlleranno i ritmi, gli attaccanti potranno fare davvero una grande partita”.

Cosa ne pensi della Roma e del suo allenatore Paulo Fonseca?

“Stanno facendo un buon lavoro, sono in semifinale di Europa League e hanno eliminato l’Ajax, perciò penso sia un grande traguardo. Questa sera sarà una partita molto interessante, soprattutto per capire come la squadra affronterà questo grande appuntamento europeo. Contro l’Ajax, Fonseca ha adottato un’ottima strategia in campo, vedremo se riuscirà a fare la stessa cosa questa sera contro il Manchester United”.

Sei stato un portiere e oggi lavori con i portieri: cosa ne pensi dei due spagnoli Pau Lopez e De Gea? E della rivalità con Dean Henderson?

“È una situazione difficile, sapevo che Henderson era un ottimo portiere così come lo è De Gea, è molto difficile scegliere per l’allenatore. Non so se la scelta di lasciare da parte De Gea sia dipesa dal fatto che è diventato padre. Non so chi giocherà stasera, sarà interessante capire la scelta di Solskjaer. Pau Lopez è bravo, lo ha dimostrato nelle ultime partite contro l’Ajax”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti