Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Bufera su Tor di Valle: scontro Raggi-Eurnova

La sindaca minaccia la querela ed Eurnova non ci sta

Bufera su Tor di Valle. La Raggi minaccia di fare querela a Eurnova che ribatte con una lettera al veleno. L’opposizione attacca il Sindaco e anche ieri in un Consiglio comunale infuocato la delibera sulla revoca del pubblico interesse non è stata messa al voto.

La turbolenta giornata è iniziata con le dichiarazioni della Raggi: “Voglio che lo stadio si faccia, lo chiedono città, tifosi e società. In questo momento è fondamentale chiudere il progetto di Tor di Valle al quale siamo vincolati. La Roma non vuole il progetto Tor di Valle ed Eurnova non ha presentato alcuni documenti, bisogna girare pagina. Eurnova ha fatto una serie di pressioni, ha inviato lettere, dicendo che in caso di revoca i consiglieri dovrebbero pagare di tasca loro i danni per la mancata realizzazioni. I nostri avvocati hanno detto che non è così e ho fatto preparare una querela“.

La Roma è stata chiara: o entro pochi mesi si lavora per il nuovo stadio oppure non se ne fa più niente. In giornata la Raggi ha scritto in una chat interna nel M5S di aver firmato la querela e ha inviato i consiglieri a fare altrettanto e in molti hanno espresso perplessità. Nel pomeriggio è arrivata la replica di Eurnova che ha ribattuto punto su punto.Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa