Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Xhaka bloccato, Mourinho scalpita

Xhaka

Lo svizzero è fondamentale per il centrocampo che ha in testa Mourinho

Rui Patricio parla e già parla, gli aspettano, Mourinho non vede l’ora di vederli arrivare. Il mercato della Roma procede a piccoli passi. Da giorni si è stoppata la trattativa con l’Arsenal per Granit Xhaka. Gli inglesi sono un osso durissimo e non si spostano dalla richiesta iniziale di 20 milioni di euro per liberare lo svizzero. La Roma ne offre 15 e così l’arrivo dello svizzero, già in parola con i giallorossi da oltre un mese, continua a slittare. Mourinho lo ritiene fondamentale per dare una nuova impronta al centrocampo e a preoccuparlo, oltre le lungaggini del mercato, ci sono le condizioni di Veretout.

Il francese ha lavorato in modo discontinuo in questa prima parte di lavoro a Trigoria. Un giorno in gruppo, quello dopo no, tenuto fuori dalle amichevoli sin qui giocate e lo stesso accadrà anche domenica a Frosinone col Debrecen visto che ieri Jordan non era in campo a causa di un nuovo fastidio al quadricipite della coscia destra. In Portogallo si aggregherà al gruppo Cristante insieme a Florenzi. Mourinho si augura di accogliere in Algarve almeno Matias Vina. In questo caso a posticipare lo sbarco del terzino del Palmeiras è il mancato accordo sulle modalità di pagamento. Pinto è convinto di risolvere la pratica entro pochi giorni. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa