Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mou sulle tracce di Garcia

Juventus Roma

Sono 6 le vittorie consecutive per Mourinho, l’obiettivo è superare le 10 di Garcia

La Roma di José Mourinho punta al primo record. Con il 5-1 rifilato al Cska Sofia il numero di vittorie ottenute dai giallorossi in altrettante gare ufficiali è salito a 6, un traguardo raggiunto soltanto Rudi Garcia nella storia romanista. Il francese occupa i primi due gradini del podio di questa speciale classifica: oltre al record di successi consecutivi – ottenuto nella stagione 2013/14 vincendo le prime dieci gare di campionato – l’anno successivo il tecnico è rimasto a punteggio pieno per le prime sei partite ufficiali (cinque di Serie A e una di Champions League).

Esattamente lo stesso score di Mourinho in questa stagione: la Roma è l’unica in Europa ad averle vinte tutte fin qui. L’obiettivo è chiaramente quello di non fermarsi e continuare a pensare partita per partita, ma è difficile credere che l’idea di prendersi anche questo primato non stia stuzzicando lo Special One. Per eguagliare il record di Garcia è necessario rimanere a punteggio pieno almeno fino al primo ottobre: se quel giorno i giallorossi avranno battuto Verona, Udinese, Lazio e gli ucraini dello Zorya, vorrà dire che la missione è stata portata a termine. Se tutto dovesse andare per il verso giusto, la gara del 3 ottobre contro l’Empoli (prima della sosta) sarebbe l’ultimo ostacolo da superare per entrare definitivamente nella storia. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa