Resta in contatto

News

La Lazio firma con Binance. Ma la Consob gli vieta di operare in Italia

Sponsor Lazio

La Lazio firma con Binance, ma la Consob gli vieta di operare in Italia: la situazione legata allo sponsor dei biancocelesti

La Lazio di Claudio Lotito ha firmato con Binance, piattaforma di criptovalute, ma la Consob ha proibito a quest’ultima di operare in Italia. La Consob, tramite una nota ufficiale, fa riferimento diretto ed esplicito al sito www.binance.com:

La Consob avverte i risparmiatori che le Società del “Gruppo Binance” non sono autorizzate a prestare servizi e attività di investimento in Italia, nemmeno tramite il sito www.binance.com le cui sezioni denominate “derivatives” e “Stock Token”, relative a strumenti correlati a cripto-attività, sono risultate in precedenza redatte anche in lingua italiana. Si richiama, quindi, l’attenzione del pubblico su tale circostanza e si invitano, più in generale, i risparmiatori a usare la massima diligenza al fine di effettuare in piena consapevolezza le scelte di investimento verificando preventivamente che i siti internet mediante i quali si effettua l’investimento siano riconducibili a soggetti autorizzati“.

Fondata in Cina, formalmente ha una sede nelle Isole Cayman e un’altra alle Seychelles. Moltissimi clienti si sono lamentati del fatto di non riuscire a trovare un vero e proprio “appoggio” e/o sede legale.

La piattaforma, inoltre, è stata interessata a fine giugno dallo stop in UK imposto dalla Financial Conduct Authority, di lì a poco l’alt ai trasferimenti da parte di Barclays e l’interruzione del supporto ai bonifici SEPA per tutta Europa. A maggio il Dipartimento di Giustizia statunitense ha avviato un’indagine per far luce su presunte attività legate a riciclaggio ed evasione fiscale.

 

23 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News