Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Olimpico, abbonamenti, trasferte: i tifosi giallorossi sono dappertutto

Gli abbonamenti vanno a gonfie vele, e il settore ospiti dello Stadium si è esaurito in poche ore nonostante il caro prezzi

L’entusiasta è un creatore di possibilità, è un sognatore instancabile. Il romanista è così e gli appelli li sa raccogliere al volo. La campagna abbonamenti della Roma – prima società in Italia ad approfittare dell’aumento della capienza degli stadi al 75% – sta andando oltre le migliori previsioni.

In soli tre giorni sono state staccate ben 16.500 tessere, con la Curva Sud a un passo dal sold out. Chi aveva sottoscritto l’abbonamento nella stagione 2019-20 può confermare il proprio seggiolino fino alle ore 11 di stamattina, mentre tutti i posti verrano liberano e resi disponibili all’acquisto da mezzogiorno. Al raggiungimento della soglia massima, inoltre, fino a giovedì i vecchi abbonati potranno sottoscrivere l’atto di fede nei Distinti Sud allo stesso prezzo della Curva Sud. La Roma continua a fare grandi numeri anche in trasferta, dove la carovana giallorossa non manca mai. È accaduto a Salerno, a Verona e del derby contro la Lazio, con i settori ospiti sempre sold out. Anche lo spazio riservato dell’Allianz Stadium ieri è stato riempito.

In casa della Juventus, nonostante il prezzo proibitivo e le proteste del gruppo Fedayn, Pellegrini e compagni potranno contare sul sostengo di 762 romanisti. Terminati anche i 200 ticket in prelazione per la trasferta di giovedì prossimo contro il Bodo Glimt, nella fredda Norvegia. Continua a salire l’attesa, intanto, per Roma-Napoli di domenica 24 ottobre. Bisognerà attendere ancora qualche giorno per l’attivazione della biglietteria, ma la sensazione è che la partita contro Spalletti si giocherà in un ambiente contro Spalletti con 48.000 tifosi (il massimo consentito) sugli spalti. Lo scrive Il Corriere dello Sport. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa