Resta in contatto

Rassegna Stampa

L’uomo sul palo? C’è ma non si vede. E il peggio è quando non difende

Errore di posizionamento degli uomini di Mourinho

In molti si sono chiesti perché non ci fosse l’uomo sul palo al calcio d’angolo di Calhanoglu e si sa dalla scuola calcio che lì va messo un uomo, che all’occorrenza si aggrappi alla rete per guadagnare centimetri. La tattica difensiva sul calcio d’angolo è cambiata, infatti in Serie A ad oggi si realizza un gol ogni 30 corner all’incirca. Ci sono 3 metodi per difendere: a zona, a uomo e misto.

Di solito si usano due linee da quattro o cinque davanti alla porta ed altri tre o quattro più avanzati, con uno o due che coprono l’uscita dall’area. Sul primo palo ci sono sempre uno o due uomini a protezione, invece all’Olimpico né Cristante né Zaniolo soprattutto ci hanno pensato. Il numero 22 ha fatto un passo in avanti che ha ingannato Rui Patricio ed è costato il gol. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa