Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 16 dicembre 2001: Totti regala la vittoria contro il Milan (VIDEO)

I giallorossi sono chiamati a sfidare i rossoneri. Partita non facile per mantenere la testa della classifica insieme al Chievo. Ci pensa Totti a chiudere la gara

Il 16 dicembre del 2001 la Roma trovava la vittoria allo stadio Olimpico contro il Milan di Carlo Ancelotti. I giallorossi sono a caccia dei tre punti per mantenere il primo posto al vertice delle Serie A, a metà con il Chievo dei miracoli. Ogni sfida può risultare determinante, ecco perché nessun avversario può essere preso sotto gamba. I giallorossi partono forte, affidandosi al solito Marco Delvecchio, che non trova la porta per un soffio in diverse occasioni.

Il Milan ne approfitta e cerca di piazzare la zampata vincente, sopratutto con i tentativi di testa di Roque Junior da palla inattiva. Quando sembra arrivare ormai il pareggio nei primi 45 minuti, ecco che Totti tira fuori dal cilindro la rete del vantaggio giallorosso: Assuncao recupera il pallone a centrocampo e serve il capitano, che dalla sinistra lascia partire una rasoiata. Il pallone viene deviato da Chamot quel tanto che basta da mandare fuori tempo Abbiati e non consentire al portiere milanista di parare con tranquillità. Nella ripresa la Roma resta padrone del campo, grazie sopratutto ad uno stato di forma non perfetto di Rui Costa e Shevchenko. I giallorossi potrebbero arrotondare il risultato in diverse occasioni, ma Abbiati decide che il gol preso è più che sufficiente. La Roma vince di misura e trova la quarta vittoria in campionato, undicesimo risultato utile consecutivo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord