Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 18 dicembre 2011: la Roma vince al San Paolo (FOTO/VIDEO)

I giallorossi compiono un’impresa ed espugnano lo stadio azzurro

Torniamo indietro di 10 anni. Bella vittoria della Roma al San Paolo: ad aprire le marcature ci pensa De Sanctis, con un goffo autogol; nella ripresa Osvaldo raddoppia, Hamsik accorcia le distanze poi Simplicio al 90′ chiude i conti sul 3-1 per la Roma.

IL MATCH – I giallorossi di Luis Enrique scendono in campo con Stekelenburg tra i pali; in difesa Rosi e Taddei esterni, Juan e Heinze centrali; a centrocampo Simplicio, De Rossi e Greco; in attacco Totti gioca in posizione più avanzata affiancato da Lamela e Osvaldo. Al 3′ Roma in vantaggio! Lamela se ne va sulla sinistra e mette al centro un cross basso, paperissima di De Sanctis che nel tentativo di bloccare il pallone lo devia con le mani nella propria porta. Clamoroso. Al 33′ Napoli vicino al pareggio: gran destro in diagonale di Lavezzi che si stampa sul palo. Il Napoli non trova il guizzo giusto e la Roma con Totti e Osvaldo rischia di fare il colpaccio. Cartellino rosso per Llorente, il mental coach della Roma, probabilmente per proteste: il clima si fa teso.

Nella ripresa il ritmo è alle stelle. Passano due minuti e la Roma raddoppia: traversone da destra di Totti, Campagnaro non chiude su Osvaldo che da due passi batte De Sanctis: 0-2. Il Napoli subisce il colpo ma prova a rimettersi in gioco e al 37′ riapre i giochi: azione insistita, il pallone arriva ad Hamsik che in diagonale batte Stekelenburg: 1-2! E’ un fuoco di paglia però perché la Roma è cinica e poco dopo chiude la causa: destro da fuori di Simplicio, Cannavaro devia e spiazza De Sanctis: 1-3! Nel finale Roma vicina al quarto gol: Bojan va sul fondo e tocca indietro per Osvaldo, destro a botta sicura e portiere battuto, Cannavaro respinge sulla linea. Ma basta così: impresa giallorossa.

IL TABELLINO

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro (28′ st  Dossena), Cannavaro, Aronica; Maggio, Inler, Gargano (21′ st  Mascara), Zuniga; Hamsik, Lavezzi (11′ st  Pandev); Cavani.
A disp.: Rosati, Fernandez, Dzemaili, Santana.
All.: Mazzarri

Roma (4-3-1-2): Stekelenburg; Rosi, Juan, Heinze, Taddei; Simplicio, De Rossi, Greco (35′ st  Perrotta); Totti; Lamela (26′ st Bojan), Osvaldo.
A disp.: Curci, Cicinho, Josè Angel, Borriello.
All.: Luis Enrique

Arbitro: sig. Celi di Bari.

Marcatori: 3′ aut. De Sanctis (N); 14′ st Osvaldo (R); 37′ st Hamsik (N); 45′ st Simplicio (R)
Ammoniti: Rosi, Totti (R)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord