Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho: “Grazie di tutto, voglio vincere presto”

Le parole del tecnico giallorosso

Dal rumore dei nemici, a quello degli amici. José Mourinho lancia messaggi d’amore alla Roma e ai suoi tifosi, convinto delle potenzialità della rosa e di poter costruire qualcosa di importante nella capitale.

Così alla vigilia di Natale lo Special One oltre ai consueti auguri ai tifosi ha voluto fissare gli obiettivi del club: “Grazie di tutto a nome mio e dei miei giocatori, il vostro appoggio è fantastico sempre, all’Olimpico, fuori casa, è sempre tutto esaurito. Sentiamo il vostro rumore, e questo per noi non ha prezzo. Il futuro deve essere roseo. Ovviamente sogno di vincere perché è nella mia natura, nella mia storia. Non sono solo felice di migliorare e di creare le basi per il futuro, tutti lo vogliamo. Speriamo che il 2022 ci dia la possibilità di aggiungere altri step nella costruzione di una Roma che non solo amerete, ma che vi sarà sentire orgogliosi di quello che potrà realizzare. Sicuramente è la vostra e nostra ambizione, è la mia natura come allenatore e cercheremo di fare di tutto per, il più presto possibile, ridurre questo tempo e arrivare dove vogliamo arrivare. Ci divertiremo subito alla prima, Roma-Juventus, siamo lì, insieme, una volta in più“. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa