Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 4 gennaio 1953: la Roma vince 5-2 contro il Napoli (VIDEO)

Allo stadio Nazionale i giallorossi schiacciano i partenopei in una gara mai sofferta. La Roma si rilancia verso la vetta della classifica

Il 4 gennaio del 1952 la Roma di Varglien ospitava il Napoli per la 15′ giornata di campionato. Entrambe le squadre vogliono i 3 punti per rilanciarsi in campionato, motivo per cui si prospetta una partita ricca di emozioni e colpi di scena. La Roma parte bene e subito mette in difficoltà la retroguardia partenopea, che dopo vari salvataggi, al 30′ è costretta a capitolare sul tiro di Sundqvist, che apre le marcature in favore dei padroni di casa. I giallorossi continuano ad essere padroni del campo, e al 44′ arriva anche il gol del raddoppio: Pandolfini sulla destra mette al centro per Bronèe, che di testa spedisce la palle oltre il portiere Casari.

Nella ripresa il Napoli si fa sotto, cercando di riportare sui giusti binari il match, e quasi ci riesce dato che al 49′ arriva l’autogol di Azimonti sul tiro di Vitali. Gli ospiti accorciano le distanze, ma la Roma non si lascia intimidire: al 69′ arriva anche il terzo gol, siglato dal mediano Bortoletto, poi al 75′ è il turno di Galli. In 10 minuti l’attaccante trova la doppietta, portando il risultato sul parziale di 5-1. Inutile all’89’ il gol di Jeppson, che sancisce solo la sconfitta del Napoli con il risultato di 5-2.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord