Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Pinto: “Maitland-Niles è vicino. Non parlo dei centrocampisti”

Il general manager giallorosso: “Contro il Milan vogliamo vincere e sono fiducioso che possiamo farlo”

Tiago Pinto ha parlato anche del mercato della Roma ai microfoni di DAZN. Ecco le parole del General Manager giallorosso prima della sfida contro il Milan.

Quanto manca per Maitland-Niles e Sergio Oliveira?

“Su Maitland-Niles non c’è bisogno di nascondere, stiamo parlando con l’Arsenal e credo che sia vicino. Ci sono tanti nomi e quando non ci sono aggiornamenti importanti non parlo. Su Maitland-Niles è vero, sui nomi dei centrocampisti non parlo”.

Il suo pensiero e della Roma sulla situazione legata al Covid-19?

“Purtroppo negli ultimi due anni abbiamo vissuto questa realtà, dobbiamo capire le regole del calcio e tutto ma non possiamo dimenticare che è una questione di salute pubblica, oltre il calcio. Come Roma ci piace essere nelle discussioni. E’ chiaro che il campionato è importante, ma il Covid è una questione oltre e bisogna capire la misura delle cose.

D’accordo con la decisione di giocare oggi?

“Credo che le regole applicate dalla Uefa ci sono, se noi cambiamo campionato per campionato lo squilibrio è più grande. Sono d’accordo con la decisione di ieri”.

Quanto è importante questa partita?

“La partita con l’Atalanta è stata importante psicologicamente, ma come ha detto il mister ieri non c’è miglior modo di cominciare l’anno con una partita così. Conosciamo la qualità del Milan, ma vogliamo vincere e sono fiducioso che possiamo farlo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra