Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Mazzarri: “Meritavamo la vittoria. Invertiti tutti i falli. Mi piacerebbe vedere più rispetto”

Ecco le dichiarazioni del tecnico del Cagliari Walter Mazzarri dopo la sconfitta contro la Roma all’Olimpico

Walter Mazzarri, allenatore del Cagliari, commenta nel post gara la sconfitta dei suoi contro la Roma di Mourinho. Ecco le sue dichiarazioni a Dazn:

Nel primo tempo era nervoso, perché?
“A me piace parlare della partita. Abbiamo fatto una bella partita. Vorrei vedere l’episodio di Zappa. Io capisco la sudditanza, in uno stadio importante. Ma invertire tutti i falli così… questo è stato uno dei tanti falli e mi dispiace. Meritavamo il pareggio, forse addirittura la vittoria. Nel secondo tempo abbiamo schiacciato la Roma, loro erano in difficoltà. Abbiamo creato due o tre palle gol clamorose e niente. Ci piace che ci sia più attenzione. Non mi sono piaciuti i mezzi falli, quelli a centrocampo. Ormai c’è il VAR, i falli più eclatanti giustamente vengono valutati dal VAR, però se tu inverti 7-8 falli sono tanti. Mi piacerebbe ci fosse più rispetto”.

Quanto è importante l’arrivo di Goldaniga?
“Ha fatto 3 allenamenti, è un grande. Ha fatto una partita incredibile, come Altare un ragazzo che ci sta sorprendendo. Se avessimo avuto questo atteggiamento fin dall’inizio, con i ragazzi che pensano ad andare avanti, a impegnarsi, cercano di stare concentrati. Sono 3-4 partite che vediamo una crescita della mia squadra. Ripeto: oggi sono stato contentissimo, mi dispiace solo per il risultato è poi per le cose che ho detto. Durante la partita ci siamo lamentati tanto perché si poteva stare più attenti. Ci sono state tante di quelle azioni. Nel primo tempo ne abbiamo avute poche Perché facevamo le cose frettolose ma la squadra ha tenuto il campo e ha giocato. Mi spiace non aver minimo pareggiato. Minimo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario