Resta in contatto

Le pagelle di Siamolaroma

PAGELLE – Bodø/Glimt-Roma 2-1: sfortuna, freddo e Vina. Norvegia terra maledetta

La Roma perde di nuovo in Norvegia

RUI PATRICIO  4,5

Erroraccio sul tiro deviato di Wembangomo, diverse buone parate prima di rimanere spiazzato dall’autogol di Vina.

Trigoria

MANCINI  6

Personalità nel possesso palla, tiene a bada le sporadiche avanzate di Pellegrino. Si fa male nel finale e rischia di essere un ko pesante.

KUMBULLA  6,5

Dall’incubo di Bodø a…una buona prestazione con il Bodø. Chiude un virtuale cerchio con un’altra sconfitta, ma con un’altra prestazione.

IBANEZ  6

Il brasiliano parte come un diesel, nella ripresa tra i più brillanti.

KARSDORP  6

Ispirato, tocca tanti palloni e lo fa sempre con qualità. Lucido anche nei recuperi difensivi.

CRISTANTE  5

Serataccia per il mediano giallorosso, non è stata la sua partita.

SERGIO OLIVEIRA  6

Sbaglia pochi palloni, pesca Mkhitaryan sull’azione dell’1-0. Ispirato anche nella ripresa.

ZALEWSKI  6

Gara difficile perché dalla sua parte si corre con grande intensità.

PELLEGRINI  7

Un mancino da bomber di razza, un destro che Haikin salva dall’incrocio dei pali. Partita da capitano, gara di livello.

MKHITARYAN  6,5

Finché é in campo, ogni volta che tocca il pallone la Roma si accende. L’assist per Pellegrini è poesia.

ABRAHAM  5,5

Rischia di siglare un eurogol, ma Haikin gli dice di no. Poteva sfruttare meglio alcune occasioni.

SMALLING  6

Entra nel finale e annulla Bonifase.

SHOMURODOV  6

Ingresso in campo vivace, sfiora il gol di testa negli ultimi minuti.

VINA 3

Un meteorite sulla partita della Roma: commette un fallo ingenuo, dal quale la Roma prende gol con un suo tocco decisivo. Ha il pallone del 2-2 e lo manda in tribuna.

MOURINHO  5,5

Ogni volta che Mourinho penserà allo stadio del Bodø avrà gli incubi. A ottobre fu un disastro, stasera solo tanta sfortuna.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamolaroma