Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho e Sarri, gli arbitri del campionato

Sarri

Le romane arbitre dello scudetto. Sabato Inter-Roma, domenica Lazio-MilanInzaghi Pioli, entrambi ex allenatori biancocelesti…

Le romane arbitre dello scudetto. Sabato Inter-Roma, domenica Lazio-MilanInzaghi Pioli, entrambi ex allenatori biancocelesti, cercheranno punti decisivi contro Mourinho Sarri.

Non sarà certo la prima volta che le squadre della Capitale potranno decidere un campionato: la Lazio ne ha fatti perdere 2 all’Inter, battendola per 4-2 all’ultima giornata sia nel 1935 sia nel 2002 (favorendo in entrambi i casi il sorpasso della Juventus), e ne ha regalato uno al Cagliari, l’unico per i sardi, battendo 2-0 la Juve al terzultimo turno nel 1970; la Roma fermò il sorprendente Livorno (1-0 nel 1943) favorendo il sorpasso del Grande Torino che 3 settimane dopo vinse il primo di 5 campionati consecutivi, e nel 1974 fece addirittura un favore ai cugini battendo 3-2 la Juventus e lasciando a +3 la Lazio che nel turno successivo conquistò il suo primo scudetto.

Mourinho, applauditissimo eroe del triplete, è già tornato a San Siro l’8 febbraio in Coppa Italia perdendo 2-0: ma in campionato è reduce da 100 giorni di fuoco, un’imbattibilità che dura da 12 partite in cui ha conquistato 26 punti, più di tutti, e vuole giocarsi la possibilità di un posto-Champions, perché la Juventus – l’ultima a batterlo – è a 5 punti, non irraggiungibile. E Sarri in questi stessi 100 giorni ha fatto un punto in più del Milan capolista, 24 contro 23.

Sulla panchina nerazzurra Mou infilò per 2 volte 13 partite utili nel 2008-09, il suo primato personale in serie A, una striscia che potrà eguagliare sabato contro una delle 4 squadre che non ha mai battuto (Bari, Verona e Venezia le altre).

Il Corriere della Sera 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa