Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Rodgers mischia le carte: l’idea è 3-4-1-2 alla Mourinho

A Seagrave, centro sportivo del Leicester City, ormai tutta l’attenzione è sulla sfida contro la Roma di Mourinho

A Seagrave, centro sportivo del Leicester City, ormai tutta l’attenzione è sulla sfida contro la Roma di Mourinho. Non a caso, il tecnico Brendan Rodgers, dopo avere applicato ancora una volta il turnover nel fine settimana, sta procedendo con cautela per avere il maggior numero di elementi pronti.

Quattro gli assenti sicuri e il fatto che tre di loro sono centrocampisti centrali – Wilfrid Ndidi, Nampalys Mendy e Boubakru Soumare – sottolinea quanto sia importante cautelarsi con Tielemans e DewsburryHall. L’unico centrocampista centrale disponibile è Hamza Choudhury che quest’anno ha giocato poco. L’alternativa di arretrare Maddison in mediana sarebbe scartata dallo stesso Rodgers.

Il ritorno di Vardy alimenta la prospettiva di un Leicester a due punte, invece del 4-1-4-1 visto nelle ultime uscite. Sia Jamie che le altre due punte – Daka e Iheanacho – rendono più in tandem. Rodgers è possibilista ma getta acqua sul fuoco. “Io non faccio il 4-4-2, quindi giocare con due davanti significherebbe passare al rombo oppure al 3-4-1-2. L’alternativa più credibili è quindi il 3-4-1-2 che permetterebbe di disporsi quasi “a specchio” rispetto alla Roma.

Il Corriere dello Sport 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa