Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 22 maggio 2011: ultima vittoria giallorossa dell’era Sensi. Esordio per Florenzi (VIDEO)

La Roma, dopo lo svantaggio iniziale, batte i blucerchiati grazie alle reti Totti, Vucinic e Borriello. La Champions resta un miraggio

Il 22 maggio del 2011 la Roma otteneva tre punti nella sfida casalinga contro la Sampdoria di Cavasin. Ultima giornata di un campionato non positivo sia per la Roma, che nonostante la vittoria deve salutare la speranza di un ingresso in Champions League, sia per la Sampdoria, ormai aritmeticamente in Serie B. I giallorossi vogliono chiudere la stagione con una vittoria interna, ma la Samp non vuole uscire dalla massima serie a testa bassa. Dopo i primi 25 minuti di stallo, arriva il vantaggio blucerchiato, grazie al gol di Mannini che infila la porta giallorossa dopo una respinta di Lobont sul tiro di Ziegler.

La Roma non ci sta e spinge sull’acceleratore per riaprire la partita, e al 30′ arriva il pareggio giallorosso: Perrotta serve Totti defilato sulla destra. Il capitano, dopo qualche finta, spara una rasoiata con il destro che si infila all’angolino basso della porta difesa da Da Costa. Il primo tempo termina con il parziale di 1-1, ma è nel secondo tempo che la Roma sfodera tutte le sue armi. Al minuto 71′ arriva il vantaggio dei padroni di casa: palla di Totti per Vucinic sulla sinistra, il montenegrino con un dribbling si libera dell’avversario e spara in porta una cannonata. La Roma è in vantaggio, ma c’è ancora tempo per rendere il risultato più rotondo. All’85’ è il turno di Marco Borriello: punizione da lontanissimo battuta da Totti, la palla è un missile che arriva sulle mani di Da Costa, che non può fare altro che respingere goffamente. Sul pallone si avventa il 22 giallorosso, che aumenta il bottino siglando la rete del 3-1.

Con il doppio vantaggio acquisito, la squadra di Montella può respirare, dando anche la possibilità a Totti di prendere gli applausi dal suo pubblico. Il capitano esce lasciando spazio ad un giovanissimo Alessandro Florenzi, alla sua prima esperienza in Serie A. La Roma vince e termina una stagione negativa, condita dalle lacrime di commozione di Rosella Sensi: la figlia dello storico presidente infatti, dalla stagione successiva, non sarà più alla guida della società giallorossa, passata definitamente in mano alla proprietà americana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord