Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Ferie finite: Mourinho riapre Trigoria tra ritardi sul mercato e la grana Zaniolo

Torna lo Special One a Trigoria

Il ritorno a Trigoria di Mourinho è lo spartiacque tra un mese vissuto paradossalmente (vista la vittoria della Conference) all’insegna dell’incertezza, dei mugugni, dei messaggi subliminali sui social, delle cromatiche volutamente tendenti al bianconero (Zaniolo), dei voltafaccia (Mkhitaryan) e di un paio di arrivi (Matic e Svilar) che hanno scaldato poco la piazza.

Il ritorno di José arriva nel momento giusto. Perché al di là della modestia profusa il giorno della presentazione alla Terrazza Caffarelli, Mou è la Roma. Di cose da dire ci sarebbero. Soprattuto riallacciandosi all’input confezionato nell’immediato post Tirana: “Io resto. Poi posso restare più o meno felice. Abbiamo fatto la storia ma bisogna cosa i nostri proprietari vogliono fare nella prossima stagione perché possiamo darle seguito“. Semplice, chiaro, lineare. Come lo era stato a domanda diretta su Zaniolo: “Rimane qui almeno sino al 2024”.

Cinque mesi e una coppa dopo, vinta proprio grazie al gol del ragazzo, gli scenari sono diversi. Il club è in attesa di possibili offerte con Zaniolo che non perde occasione per strizzare l’occhio alla Juventus. Tra un paio di giorni la Roma si raduna, già domani Trigoria aprirà le porte ai primi rientri. Lo scrive “Il Messaggero”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa