Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Rui Patricio, ecco la stabilità della Roma

Dal Corriere dello Sport: Il portoghese sulla scia di Alisson. Ha iniziato la stagione da imbattuto come aveva chiuso la precedente

Rui Patricio sulla scia di Alisson. Il portiere ha cominciato la stagione come l’aveva finita, con un clean sheet. Da Torino a Salerno, senza prendere gol. Nella scorsa stagione sono state 22 le partite concluse con la porta imbattuta. Nel 2022 la Roma ha mantenuto per 9 volte la porta inviolata su 20 partite giocate, quasi un clean sheet ogni due partite. In serie A l’unica squadra che ha fatto meglio della Roma nell’anno solare è stata quella di Pioli, il Milan ne ha totalizzati infatti 12 nello stesso numero di partite. Il rendimento del portoghese è cresciuto nella seconda parte della stagione, quando la difesa della Roma ha trovato maggiore sicurezza. Rui Patricio ha fatto meglio dei portieri di Inter, Juventus e Lazio che ne hanno ottenuti 7, seguono poi Napoli e Atalanta con 6 e 5. Il portoghese aveva concluso la stagione ancora imbattuto, risultando tra i migliori nella finale di Conference League contro il Feyenoord, vinta dalla Roma per 1-0. Quest’anno alle spalle ha un secondo di buon livello come Svilar, arrivato dal Benfica, che gli permetterà di riposare qualche partita in più. Nella passata stagione Rui aveva saltato una sola gara nel girone eliminatorio di Conference League. Mourinho lo ha voluto a tutti i costi, è stato il primo acquisto “preteso” dallo Special One. Che nei confronti del suo connazionale si è sempre espresso in termini entusiastici: «Rui è Rui, ha giocato più di cento partite con la mia nazionale, ha giocato 4-5 anni nella Premier. Rui è stabilità». Stabilità che la Roma è riuscita finalmente a ritrovare tra i pali dopo qualche anno di dubbi e incertezze dopo la partenza di Alisson.

Il brasiliano è stato uno dei migliori portieri della storia recente della Roma. Così come Szczesny e fu promosso titolare dopo la partenza del polacco. In 39 match di campionato con la Roma, Rui Patricio ha fatto registrare 16 clean sheet. Olsen e Pau Lopez, due meteore che lo hanno preceduto, messi insieme non sono arrivati alla stessa cifra: 9 clean sheet per lo spagnolo, appena 4 per lo svedese. Szczesny (che salterà la sfida con la Roma del 27 agosto per infortunio) era rimasto imbattuto 22 volte in 72 partite. Alisson, oggi uno dei più forti portieri al mondo, una sola stagione da titolare nella Roma, su 37 partite aveva chiuso la porta giallorossa 17 volte. Rui Patricio a 35 anni ha dimostrato di essere un portiere affidabile, grazie all’ottimo rendimento con la Roma andrà al Mondiale con il Portogallo, pronto a giocarsi il posto da titolare. E’ arrivato dal Wolverhampton, pagato undici milioni e mezzo. Ha esperienza di Premier, ha vinto con lo Sporting Lisbona e la nazionale portoghese, della quale è stato anche capitano, con oltre cento partite giocate. A maggio ha aggiunto in bacheca il trionfo in Conference League. Lunedì la Roma riapre l’Olimpico in campionato contro la Cremonese e Rui Patricio vuole chiudere la porta. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa